rotate-mobile
Cronaca

Confonde un negoziante dopo un acquisto, denunciato per la “truffa del resto”

Succede a Carpi. La Polizia Locale: "Attenti a banconote di grosso taglio"

La Polizia Locale ha denunciato a piede libero alla Procura di Modena un uomo con l’accusa di truffa, perpetrata ai danni di un esercizio commerciale in occasione di un acquisto: si tratta della cosiddetta “truffa del resto”, perché la vittima viene indotta a restituire una somma ben superiore a quella dovuta.

Le indagini sono partite dopo che un esercente ha presentato denuncia negli uffici del Comando: a un cliente che aveva comprato beni per pochi euro, aveva dato un resto calcolato su una banconota di grosso taglio, da lui mostrata più volte; peccato però che non gliel’avesse davvero consegnata, ma solo indotto a crederlo, mediante una tecnica di distrazione e una comunicativa evidentemente “studiata”.

Gli agenti sono riusciti a individuare il cliente e lo hanno deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Modena per il reato di truffa.

Il suggerimento della Polizia Locale agli esercenti d'ogni tipo è di prestare la massima attenzione quando qualcuno vuol pagare con banconote di grosso taglio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confonde un negoziante dopo un acquisto, denunciato per la “truffa del resto”

ModenaToday è in caricamento