Discarica abusiva nel cortile dell'azienda fallita, sequestrati quintali di residui industriali

Abbandono di rifiuti e discarica abusiva i reati contestati dalla Polizia municipale di Modena che ha individuato un’area colma di scarti di lavorazioni tessili in quella che fino a qualche anno fa era la sede della Corciolani a Saliceta San Giuliano

Mille e cinquecento metri cubi di rifiuti abbandonati illegalmente nell’area cortiliva di un’azienda chiusa da tempo e ormai in liquidazione. Un serpentone lungo un centinaio di metri che accerchia l’intero capannone fino alla cancellata d’ingresso e, non trovando più spazio all’esterno, si insinua anche dentro l’edificio. Una sequenza di grossi imballi pieni di rifiuti: cascami per l’esattezza, scarti provenienti da lavorazioni industriali tessili.

È stato lo strano andare e venire notturno di tir e persone dal cortile di una ditta chiusa da tempo - la Corciolani System Srl situata in una strada laterale di via Giardini a Saliceta San Giuliano - a insospettire i residenti della zona che hanno contattato la Polizia municipale di Modena. Al primo sopralluogo effettuato sul posto, gli agenti hanno trovato il cancello d’ingresso regolarmente chiuso con lucchetto, ma anche dall’esterno era evidente l’ingente quantità di imballaggi abbandonati nel cortile della ditta che un tempo era dedita alla produzione di materiali edili.  

Accompagnati dal curatore fallimentare dell’azienda - non più attiva da ormai 4 anni - che già il giorno prima si era accorto della discarica e aveva inviato a sua volta una segnalazione, martedì 30 luglio, gli agenti del Nucleo ambientale e del Nucleo problematiche del territorio sono entrati nell’azienda e hanno trovato quella che a tutti gli effetti è una discarica abusiva.

Il personale di Arpa, presente, ha definito la tipologia dei rifiuti presenti come speciali, perché derivanti da lavorazione industriale, ma non pericolosi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Municipale ha quindi informato il magistrato che ha disposto, il sequestro dell’intera area che dovrà essere ripristinata con lo smaltimento dei rifiuti, mentre è in corso l’indagine per determinarne la provenienza e individuare i responsabili del reato ambientale di abbandono di rifiuti speciali e discarica abusiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. Sforata quota 10mila positivi, con 800 nuovi casi. "Trend in diminuzione"

  • Produzione ferma per troppe malattie, l'azienda prepara la denuncia poi ritratta

  • Boato e lieve scossa di terremoto, epicentro a Cavezzo

  • Centri commerciali e negozi, in Emilia-Romagna sabato e domenica confermate le chiusure

  • Dalla “spesa di guerra” alla “spesa di conforto”, cambiano gli acquisti da quarantena

  • Record di nuovi casi positivi a Modena. Le vittime salgono di altre 11

Torna su
ModenaToday è in caricamento