Cronaca

Documento falso per fingersi cittadino comunitario, arrestato

Un 20enne moldavo ha mostrato ai carabinieri una carta di identità rumena falsa. Un escamotage purtroppo ormai ben conosciuto

(foto di repertorio)

Ieri pomeriggio, durante i normali controlli alla circolazione nella Bassa, i Carabinieri di San Martino Spino hanno fermato un giovane automobilista straniero. Alla richiesta di fornire i documenti il ragazzo ha mostrato una carta di identità rumena, ma i militari si sono insospettiti e hanno svolto alcuni accertamenti tramite le banche dati ministeriali.

I sospetti erano ben riposti, dal momento che il documento si è rivelato un falso: il 20enne, residente in provincia di Mantova, era i realtà un cittadino moldavo, che aveva adottato questo trucco per aggirare gli obblighi imposti agli stranieri extracomunitari circa il soggiorno in Italia. Purtroppo non è il primo caso e non sarà l'ultimo: il fenomeno di cittadini moldavi "camuffati" da rumeni è abbastanza noto, fin dall'ingresso della Romania fra gli stati membri dell'Unione Europea.

Ottenere documenti falsi in Moldavia sembra un'operazione piuttosto semplice, che permette così a diversi immigrati di godere della libertà di circolazione di cui possono usufruire i cittadini comunitari. Almeno fino a che non vengono scoperti. Il 20enne fermato ieri è stato tratto in arresto per possesso di documenti falsi e accompagnato in carcere. Oltre al reato in sè, dovrà ora rispondere anche delle violazioni delle norme sull'immigrazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Documento falso per fingersi cittadino comunitario, arrestato

ModenaToday è in caricamento