Dogana, bloccate tre tonnellate di olio extravergine contraffatto

Una partita di olio d'oliva in partenza per il Kazakistan è stata sottoposta a controlli e i doganieri hanno rilevato caratteristiche non conformi alla denominazione "extravergine". Denunciato il titolare dell'azienda d'import export

Finisce ancora sulle pagine della cronaca il lavoro funzionari dell’Ufficio delle Dogane. Dopo i recenti episodi riguardanti la violazione di brevetti, i doganieri di Modena hanno scoperto una partita contraffatta di circa tre tonnellate di olio extra vergine di oliva in esportazione con destinazione Kazakistan.

Le analisi chimiche, effettuate presso i Laboratori chimici dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli sui campioni di olio prelevati dai funzionari doganali, hanno permesso di accertare che il prodotto non possedeva le caratteristiche organolettiche necessarie per poter essere denominato “olio extra vergine di oliva”.

Il titolare dell’azienda esportatrice è stato denunciato per i reati di frode commerciale, falsità ideologica e vendita di prodotti industriali con segni mendaci, mentre il prodotto è stato sottoposto a sequestro preventivo, convalidato dalla competente Autorità Giudiziaria di Modena. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento