Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Enzo Ferrari e Luciano Pavarotti, due eccellenze modenesi al museo Enzo Ferrari

Fino al prossimo febbraio, si celebrerà al museo Enzo Ferrari la vita e il legame tra due personaggi che rappresentano un'eccellenza unica della nostra terra: Luciano Pavarotti e Enzo Ferrari

Il museo Enzo Ferrari apre i battenti per rendere omaggio a Luciano Pavarotti, il tenore più conosciuto al mondo, e Enzo Ferrari, il Drake. Viene raccontato l’intreccio tra due grandi eccellenze modenesi al museo Enzo Ferrari e tra la musica dell’Aida, della Traviata e del Nabucco si sentirà il rombo di alcuni dei pezzi più pregiati della casa di Maranello.Lo spazio che verrà dedicato a questo evento è quello dove Alfredo Ferrari, padre di Enzo, aveva la sua officina a inizio secolo. L’area sarà suddivisa in sei settori in cui saranno esposti i propulsori di ultima generazione sperimentali, i motori a basso frazionamento da 2 a sei cilindri, i classici 12 cilindri, gli 8 cilindri, i motori turbo, e infine, ovviamente, i motori della Formula 1. 

Naturalmente non saranno solo esposti i motori, ma alcune delle vetture su cui sono stati impiegati: la monoposto di Ascari al mondiale dal 1952 e del 1953, la celebre sport 750 Monza, la Formula 1 turbo di Villeneuve e l a F60, prima Ferrari che ha usato il Kers. In ogni settore verranno proiettati video 3D che spiegano caratteristiche e funzionamento dei propulsori.

L’evento in via Paolo Ferrari si concluderà a fine febbraio 2016 quando si concluderà anche l’Expo di Milano e i visitatori potranno ammirare video e immagini con cui si vorrà creare un vero legame tra i due personaggi giocando sugli elementi in comune: sono entrambi modenesi, gli ammiratori e tifosi i diversi riconoscimenti internazionali che accomunano i due personaggi. Questi sono solo alcuni esempi di ciò che ha reso questi due soggetti unici a livello mondiale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enzo Ferrari e Luciano Pavarotti, due eccellenze modenesi al museo Enzo Ferrari

ModenaToday è in caricamento