rotate-mobile
Cronaca Crocetta / Via Canaletto

Errenord: arriva la replica di Adriana Querzè a PdL e Lega

Sono piovute critiche da PdL e Lega nella giornata di ieri per la spesa che il Comune sosterrà per l'apertura del Museo laboratorio di percussioni all'interno dell'Errenord. Adriana Querzè, assessore comunale all'Istruzione replica

Dopo le critiche di PdL e Lega sulla spesa che l'Amministrazione sosterrà per il Museo laboratorio di strumenti a percussione etnici previsto per il travagliato condominio R-nord, arriva la risposta dell'assessore comunale all'Istruzione Adriana Querzè: "Inauguriamo uno spazio innovativo che rientra in un'attività di riqualificazione approvata dal ministero delle Infrastrutture e che ospiterà iniziative previste dai programmi del ministero dell'Istruzione. Devo dedurne che Pdl e Lega nord non sono in sintonia con i Governi di centrodestra che hanno dato il via libera ai progetti".

"Il nuovo spazio, assieme alla sala polivalente, in corso di realizzazione, e alla futura ludoteca, rappresenta il tassello importante di un centro per l'infanzia e l'adolescenza previsto dal progetto iniziale di riqualificazione approvato dal ministero delle Infrastrutture, così come l'apertura del portierato sociale, la tv di condominio e la sede della Croce Rossa, che sarà presto inaugurata - continua la Querzè -. E' bene inoltre sapere che la musica e l'intercultura sono attività previste in modo specifico dal ministero dell'Istruzione a supporto delle scuole e dell'integrazione". E' previsto che il laboratorio sia aperto alle scolaresche  che stanno già prenotandosi numerose.


"Per queste attività, il Comune spenderà 10 mila euro l'anno per 120 giorni di attività, quindi circa 80 euro al giorno per l'apertura e le attività didattiche. Gridare allo scandalo mi sembra francamente demagogico e fuori luogo. Affermare che il Comune non avrà più soldi da destinare al fondo per l'affitto significa inoltre essere in malafede: quel fondo è stato eliminato dal Governo, che proprio Pdl e Lega nord sostengono con convinzione. Per riqualificare zone problematiche e degradate è necessario il controllo del territorio da parte delle forze dell'ordine, ma anche lo sforzo di offrire nuove opportunità educative e nuovi spazi di aggregazione. Chi finge di non saperlo - conclude l'assessore - è animato dal desiderio di polemiche gratuite che trovano fertile terreno solo perché semplificano e non aiutano a comprendere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Errenord: arriva la replica di Adriana Querzè a PdL e Lega

ModenaToday è in caricamento