rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Alluvione Modena, Ausl: "Nessuna emergenza di tipo sanitario"

In stretto coordinamento con la Protezione Civile, con la Provincia, i Comuni e i loro servizi socio-sanitari si sta lavorando per assicurare l'assistenza sanitaria nelle zone colpite dall'esondazione del fiume Secchia e nei centri di accoglienza. La medicina di gruppo di Bastiglia, chiusa a causa degli allagamenti, è stato riaperta a Modena, in Via Stelvio

Pur in un contesto estremamente complesso e in costante evoluzione, non si registrano emergenze sanitarie nelle zone modenesi interessate dall'alluvione. Ad oggi, l’intervento più impegnativo ha riguardato l’evacuazione della residenza per anziani Villa Anna, avvenuta nella mattinata di ieri, 19 gennaio. Come noto, 55 persone sono state accompagnate presso l’Ospedale Sant’Agostino Estense di Baggiovara. Lo spostamento è avvenuto utilizzando un pullman e solo per sette persone allettate si è fatto ricorso all’ambulanza.

Grazie al coordinamento messo a punto dall’Azienda sanitaria con i servizi sociali del Comune di Modena si è provveduto all’individuazione delle strutture con posti disponibili, presso le quali far alloggiare le persone evacuate. Già nella serata di ieri due anziani sono stati dimessi, altri ventisette, di cui 24 donne e 3 uomini, hanno trascorso la notte presso la struttura di Baggiovara. I rimanenti 26 sono stati accolti presso altre residenze per anziani della provincia. Molto significativo lo sforzo messo in campo sin dal primo momento dalla Centrale Operativa del 118: attraverso la propria attività di coordinamento si è occupata prevalentemente dei trasporti e dell’individuazione delle destinazioni più idonee per le cosiddette persone fragili.

La situazione è in evoluzione e al momento risulta difficile tracciare un bilancio più dettagliato. Da ieri pomeriggio presso il Centro di Accoglienza di Modena è reperibile un medico di continuità assistenziale. A seguito degli allagamenti, non è agibile la Casa della Salute di Bomporto. I cinque disabili ospitati presso il Gruppo appartamento “Casa Poppi” di Sorbara sono stati trasferiti a Carpi.

Rispetto agli ambulatori dei medici di medicina generale la situazione è articolata. La Medicina di gruppo di Bastiglia, a seguito dell’allagamento degli spazi in cui opera, in accordo con il Dipartimento di Cure Primarie, ha temporaneamente attivato un ambulatorio a Modena in via Stelvio 27, che sarà aperto, tutti i giorni, dalle 16.00 alle 18.00. A Ravarino, Sorbara e Solara gli ambulatori sono regolarmente aperti, mentre a Bomporto restano in funzione due ambulatori, quelli di Via Donizzetti e Via Frescobaldi. Inagibili, infine, gli  ambulatori dei pediatri di libera scelta di Bastiglia e Bomporto. Per garantire l’assistenza, saranno ospitati presso la sede della cooperativa MDF7 (Medici di famiglia) in Via Curiel, a Nonantola.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione Modena, Ausl: "Nessuna emergenza di tipo sanitario"

ModenaToday è in caricamento