Droga, armi e simpatie per la jihad: 39enne tunisino espulso

Era in carcere a Modena per espiare 3 anni di pena, ma gli agenti di Polizia lo hanno prelevato e imbarcato su una nave in direzione di Tunisi. La Digo lo teneva d'occhio dopo che in alcune occasioni aveva inneggiato alla "guerra santa"

Nella giornata di sabato 24 giugno il personale della Polizia di Stato si è recato nuovamente presso il carcere di Sant'Anna, dove ha prelevato un detenuto, H.M.E., tunisino di anni 39. Il nordafricano è stato accompagnato alla frontiera marittima di Genova, dove è stato imbarcato su una motonave diretta a Tunisi.

È stata così data esecuzione all’espulsione, alternativa alla detenzione, disposta dal Magistrato di Sorveglianza. L’uomo, già destinatario della misura del Divieto di dimora per due anni nel Comune di Modena, nonché di un Ordine e di un provvedimento di espulsione, era detenuto presso il carcere di Modena dove stava espiando la pena di anni 3 di reclusione per i reati di detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacente e porto abusivo di armi.

Il tunisino risultava anche nella lista dei musulmani monitorati dal Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e dalla lDigos di Modena, in quanto avrebbe inneggiato in alcune occasioni al jihad.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoro nero, sospesa l'attività di una pizzeria di Maranello

  • Scappa di casa a soli 10 anni, ritrovato in stazione in piena notte

  • Schianto sullo svincolo della Pedemontana, un ferito a Sassuolo

  • Memoria. Medaglia d'Onore per Giovanni Carlo Rossi, papà di Vasco

  • Licenziati due dipendenti della Polcart, i colleghi minacciano lo sciopero

  • Salvini chiude la campagna elettorale a Maranello. E arrivano le sardine

Torna su
ModenaToday è in caricamento