menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pretende soldi, minaccia e sperona l'auto di un consulente: arrestato un 51enne

L'uomo, residente a Bastiglia, è accusato di tentata estorsione. Aveva preteso 20mila euro dopo aver proposto di imbastire un affare illegale per l'ottenimento di un appalto edile

Nella tarda serata di ieri i Carabinieri del Reparto Operativo di Modena hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP presso il Tribunale di Modena, traendo in arresto un 51enne di origini napoletane e residente a Bastiglia, ritenuto responsabile del reato di tentata estorsione nei confronti di un consulente del lavoro, anch’egli originario della Campania.

La vicenda trae origine dalla denuncia della vittima sporta presso la Stazione Carabinieri di Modena nel mese di ottobre: il consulente aveva spiegato di essere stata coinvolta in un'operazione non proprio legale per individuare soggetti che si potessero rendere disponibili, per suo conto, a figurare formalmente nelle opere edilizie di un importante appalto pubblico bandito nel modenese, anche disposte a produrre false attestazioni circa l’esecuzione di analoghi lavori in passato.

Il 51enne si era sentito rispondere che le richieste erano inattuabili e aveva quindi iniziato la sua opera di ritorsione, chiedendo al professionista di consegnargli 20.000 euro per la mancata aggiudicazione dei lavori edili e per le spese asseritamente sostenute quale corrispettivo erogato ad un geometra a titolo di "tangente".

Prima vi erano state le minacce al telefono, nelle quali l'uomo aveva fatto intendere di essere disposto a tutto, anche a colpire la famiglia della vittima, preannunciando conseguenze negative nel momento in cui i suoi "soci", non meglio specificati, sarebbero venuti a conoscenza dell'accaduto e gli avrebbero presentato "il conto delle perdite avute".

Le minacce erano culminate in un'aggressione avvenuta l'11 dicembre, quando si era verificato un inseguimento in auto fra i due antagonisti lungo via Emilia Est, frutto di un incontro casuale in strada. Il 51enne aveva speronato l'auto del consulente, bloccando il traffico, per poi scendere e colpire con pugni il finestrino e proseguire nell'inseguimento, interrotto solo dalla chiamata alle Forze dell'Ordine.

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dell'Arma hanno ricostruito passo passo questi mesi, fino ad arrivare a consegnare alla magistratura gli elementi che hanno portato all'arresto del 51enne, che ora si trova presso il carcere di Sant'Anna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Firmata l'ordinanza per la zona rossa, il testo e le nuove regole

Attualità

Zona rossa: a Modena asili, nidi e parrucchieri chiusi da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento