Cronaca

Modena, a processo per la tentata estorsione a Montezemolo

Avrebbe chiesto la cifra di 180mila euro in cambio del silenzio su presunti segreti della famiglia. Inizia il processo a carico di Gennaro Senatore, mitomane già noto alle cronache emiliane

Si è aperto a Modena il processo a carico di Gennaro Senatore, il 45enne già noto per le lettere minatorie firmate Br-Pcc inviate ad alcuni esponenti della politica bolognese. In questo caso i fatti risalgono addirittura al 2010, quando Senatore avrebbe ordito un tentativo di estorsione ai danni di Luca Cordero di Montezemolo, ai quali avrebbe chiesto la cifra di 180mila euro.

Quattro anni fa infatti Senatore si sarebbe finto il direttore di una rivista scandalistica mensile, minacciando l'ex presidente della Ferrari di pubblicare alcune notizie scabrose che avrebbero minacciato la serenità famigliare di Montezemolo. In cambio del silenzio avrebbe poi preteso il pagamento della cifra, sia in contanti sia attraverso l'acquisto di spazi pubblicitari e di quote del periodico.

Il processo ha preso il via con le udienze dei testimoni e sarà aggiornata al prossimo febbraio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modena, a processo per la tentata estorsione a Montezemolo

ModenaToday è in caricamento