Esasperato dalla madre evade dai domiciliari e chiede di essere portato in carcere

Surreale sclera di un giovane straniero, arrestato a luglio per rapina. Non riuscendo a sopportare i rimproveri quotidiani della mamma è andato dai Carabinieri. Ma il giudice non l'ha accontentato

Il piantone di guardia ieri al Comando dei Carabinieri di Modena ha dovuto fronteggiare una richiesta decisamente bizzarra. Un giovane straniero si è infatti presentato in caserma, ha dichiarato di essere evaso dagli arresti domiciliari e ha chiesto di essere portato in carcere. Il motivo? Non sopportava più la convivenza forzata con sua madre fra le mura domestiche.

Il 25enne nigeriano si trova a sottoposto alla misura restrittiva dal luglio scorso, dopo che era stato tratto in arresto con l'accusa di rapina. L'episodio era avvenuto nel reggiano, a bordo di un autobus, a seguito di una lite con un conoscente.

A casa si era però dovuto scontrare con una "pena" aggiuntiva: i quotidiani e costanti rimproveri della madre, delusa dal suo comportamento e decisa a far valere il suo ruolo di educatrice.

Ieri, di fronte all'arrivo del giovane, gli uomini dell'Arma non hanno potuto fare altro che segnalare all'autorità giudiziaria l'effettiva evasione. Tuttavia, il giudice non ha accolto la richiesta dello straniero, che non ha potuto fare altro che rientrare a casa per scontare il prosieguo della pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

Torna su
ModenaToday è in caricamento