rotate-mobile
Cronaca

Guardia di finanza, scoperta evasione fiscale da 90 milioni di euro

Pur avendo formalmente la sede legale in Spagna, la società oggetto di indagine risulterebbe aver svolto in Italia una parte rilevante della propria attività avvalendosi di strutture e personale incaricato della vendita dei propri prodotti

La Guardia di Finanza di Modena, a conclusione di un’attività investigativa di polizia tributaria, ha scoperto un caso di rilevante evasione fiscale internazionale realizzato da una società spagnola operante in Italia mediante una cosiddetta “Stabile Organizzazione occulta” che, dal 2007, avrebbe omesso di dichiarare al Fisco oltre 90 milioni di euro di elementi positivi di reddito. Nel diritto tributario la Stabile Organizzazione è sostanzialmente costituita da una sede fissa di affari per mezzo della quale l’impresa estera non residente in Italia esercita in tutto o in parte la propria attività sul territorio dello Stato, derivandone da ciò l’obbligo di dichiarare nel nostro Paese i redditi in tal modo conseguiti ed il conseguente versamento delle relative imposte.

La società oggetto dell’attività investigativa sviluppata dalla Guardia di Finanza operante nel settore del commercio di prodotti, pur avendo formalmente la sede legale in Spagna risulterebbe aver svolto in Italia una parte rilevante della propria attività avvalendosi di strutture e personale specificamente destinato a consentire la vendita dei propri prodotti. Tutte le fasi dell’effettiva commercializzazione venivano invero curate in Italia: predisposizione dei preventivi per i clienti, trattazione diretta degli affari e determinazione dei prezzi di cessione dei prodotti commercializzati, acquisizione e gestione degli ordini di vendita, concessioni di dilazioni di pagamento, fino all’assistenza post-vendita.

La verifica fiscale avviata nell’ambito dell’attività del Corpo a contrasto dei fenomeni di evasione ed elusione fiscale di rilievo internazionale ha consentito alle Fiamme Gialle di quantificare, negli anni d'imposta dal 2007 al 2012, ricavi non dichiarati ai fini delle imposte sui redditi per circa 90 milioni di Euro, un’Iva dovuta per oltre 13 milioni ed una base imponibile sottratta a tassazione Irap superiore ai 31 milioni di Euro. I legali rappresentanti della Stabile Organizzazione occulta in Italia della società non residente sono stati denunciati a piede libero alla competente Autorità Giudiziaria inquirente per i reati di infedele ed omessa dichiarazione annuale ai fini delle imposte dirette e dell'IVA. Come previsto dalla recente normativa introdotta con la Legge Finanziaria 2008, è stata proposta alla Procura della Repubblica di Modena l’adozione nei confronti degli indagati della misura cautelare del sequestro preventivo di beni mobili e immobili finalizzato alla successiva “confisca per equivalente” del profitto derivante dal mancato pagamento dell’imposta dovuta a seguito della commissione dei citati reati tributari. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardia di finanza, scoperta evasione fiscale da 90 milioni di euro

ModenaToday è in caricamento