Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Caduti in Guerra / Corso Canalgrande

Expo Modena, chef e filosofi e artisti alla Palazzina Vigarani

Al Villaggio del Gusto non potevano mancare i grandi chef. Non si parlerà solo di cibo per il corpo, ma anche per la mente, con importanti filosofi e teologi. Un lungo calendario di spettacoli

“Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” è il tema dell’Expo milanese, ma anche il filo rosso che attraversa tutti gli eventi della rassegna modenese. Nutrirsi è innanzi tutto un gesto d’amore, verso se stessi, il proprio corpo e il mondo. Questa consapevolezza è alla base anche dell’alta cucina. Massimo Bottura dell’Osteria Francescana, il tre stelle più celebre al mondo, modenese doc, è l’ideatore e curatore di un ciclo di incontri eccellenti all'interno del Festival. Con “Vieni a Modena con me” inviterà il pubblico a conoscere i suoi friends, amici e colleghi della nuova cucina italiana come Carlo Cracco e Moreno Cedroni; importanti cuochi internazionali che presenteranno la loro cucina dal (e del) mondo; professori come Massimo Montanari, ritenuto a livello internazionale uno dei maggiori specialisti di storia dell'alimentazione; esperti come Paolo Marchi, l'inventore di “Identità golose”. E persino il Ministro delle politiche agricole Maurizio Martina.

Un grande momento di show cooking sarà offerto dallo Chef Antonino Cannavacciuolo, il nuovo quarto giudice di Master Chef; altri divertenti esibizioni culinarie vedranno ai fornelli. Alessandro Borghese, lo chef più “social” di tutta la televisione italiana; Simone Rugiati, star di "Cuochi e Fiamme"; Sonia Peronaci, fondatrice del blog di cucina più cliccato d'Italia, "Giallo Zafferano".

Si parlerà di cibo con lo chef Pietro Leemann del ristorante “Joia” a Milano, primo ristorante vegetariano ad aggiudicarsi la stella Michelin in Europa. Con la specialista in Scienze dell’alimentazione Anna Villarini che presenta il suo libro “Prevenire in cucina mangiando”; con Davide Dotti, curatore della mostra “Il cibo nell’arte”, un viaggio dal Seicento ai giorni nostri; con il giornalista enogastronomico Allan Bay; con Davide Oldani, inventore della cucina pop e con molti altri ancora.

Anche l’anima avrà il suo nutrimento, grazie alle lezioni magistrali e alle conferenze di filosofi e intellettuali: il Priore della Comunità Monastica di Bose Enzo Bianchi ricorderà la preghiera “dacci oggi il nostro pane quotidiano”; il teologo Vito Mancuso terrà una lectio sul “cibo della vita”; il filosofo Marino Niola approfondirà i benefici e le contraddizioni di diete e stili di vita in continua evoluzione; l’attuale direttore dei Musei Vaticani ed ex ministro dei Beni culturali Antonio Paolucci parlerà delle meraviglie che l’arte ha da offrirci; Valerio Massimo Manfredi terrà una lezione su “Le sette meraviglie del mondo antico”; lo storico dell’arte italiana Flavio Caroli illustrerà “Anime e Volti” con un particolare approfondimento sulle nature morte; Corrado Augias rileggerà la "Traviata"; Federico Rampini ricorderà l'epoca dei Beatles.

Nomi importanti anche tra gli artisti: Serena Dandini, accompagnata dalle musiche di Lele Marchitelli, leggerà un monologo di Mattia Torre e condurrà una chiacchierata con alcune chef donne. Dario Vergassola, presenterà nel suo modo irriverente e scanzonato il suo ultimo romanzo “La ballata delle acciughe”. Lella Costa proporrà la sua personale lettura di “Pranzo di Babette”.  Paolo Poli leggerà alcuni passi da Pellegrino Artusi su “La scienza in cucina e l'arte di mangiare bene”.

Tra le curiosità Massimo Carlotto che racconterà cosa mangiano i protagonisti dei noir, Piergiorgio Odifreddi che esporrà "la matematica del maiale", Mario Tozzi che accompagnato dal jazzista sardo Enzo Favata ripercorrerà le origini della creazione. La musica avrà uno spazio fondamentale nell’ambito del festival: dal jazz di Eduardo de Crescenzo con Enrico Rava, a Paolo Fresu con un omaggio alle celebrate Brass Band della musica afro-americana, fino alla voce di Sergio Cammariere insieme al famoso trombettista Fabrizio Bosso: i quattro concerti del mese di luglio, a cura di International Music, saranno gli unici con ingresso a pagamento con posto unico (prevendite a partire dal 20 aprile); l’artista del concerto di apertura, previsto per l’1 luglio, è ancora in via di definizione.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Expo Modena, chef e filosofi e artisti alla Palazzina Vigarani

ModenaToday è in caricamento