Cronaca

Expo 2015, Modena propone eventi, iniziative, mostre e riqualifica il territorio

Il sindaco Muzzarelli ha presentato le iniziative modenesi dell'Expo 2015. Ci saranno mostre tematiche, eventi culturali, iniziative enogastronomiche, il tutto in una Modena riqualificata

E' stato presentato dal sindaco Muzzarelli in Consiglio comunale l'insieme dei progetti per le iniziative Expo a Milano e per le attività in programma in città e in provincia. “Modena. Dove tutto diventa arte”. E’ lo slogan scelto per accompagnare le iniziative modenesi che verranno realizzate allExpo 2015 di Milano, nell’ambito della piazzetta della Regione Emilia Romagna.Il Comune interviene direttamente con alcuni lavori alla Palazzina e la risistemazione dei Giardini Ducali (verde, sentieri, potenziamento dell’illuminazione) con 150 mila euro già previsti nel Piano degli investimenti. I lavori iniziano in marzo. Le informazioni sull'Expo sono già presenti nel sito www.comune.modena.it

MUZZARELLI: "VOGLIAMO FARE IL SALTO DI QUALITA' ". Una vetrina delle nostre eccellenze – ha sottolineato Muzzarelli – a partire dai temi del gusto e della cultura del cibo che sono quelli che caratterizzano la manifestazione internazionale, ma che si propone anche di attrarre sul nostro territorio visitatori e operatori professionali mettendo in rete le potenzialità della nostra offerta turistica. Il nostro impegno, quindi, rappresenta  una vera e propria prova di ‘sistema’ per andare oltre Expo e fare un salto di qualità in questo settore”. 

LE INIZIATIVE. Tra le varie iniziative troviamo: il “Discover Ferrari & Pavarotti Land”, cioè l’itinerario che per tutto il periodo di Expo collegherà diverse località del territorio, siti di interesse storico e culturale, musei e aziende dell’agroalimentare, della moda e della ceramica, in convenzione anche con hotel e ristoranti; l’operazione “Vetrine aperte” per mettere a disposizione di imprese e consorzi alcuni “temporary store” in negozi attualmente sfitti nel centro storico; i “Giardini del gusto e delle arti” che si svolgerà nella Palazzina dei Giardini ducali, promosso e finanziato dalla Camera di commercio e dal Palatipico con l’obiettivo di valorizzare i prodotti tipici d’eccellenza, attraverso il coordinamento artistico dello chef Massimo Bottura;

MOSTRE TEMATICHE. Tra le varie proposte troviamo:  “Eat Art” di Daniel Spoerri in ottobre, e proiezioni immersive grazie alle tecnologie a ologrammi; incontri con chef, scrittori, musicisti, artisti; il mercato settimanale dei prodotti della terra; un’area ludico-educativa per i bambini. Molto attesa, è la riapertura della Galleria Estense in maggio a una rappresentazione del “Barbiere di Siviglia” nel cortile del Palazzo Ducale il 16 luglio, dal Festivalfilosofia e dal concerto in memoria di Pavarotti in settembre, fino a una serata straordinaria in ottobre al Teatro Pavarotti con il “Nabucco”, ai convegni e alle mostre dell’Università, così come a Palazzo Santa Margherita che, con la Palazzina dei Giardini, per la prima volta sarà aperto nei mesi estivi con esposizioni.

RIQUALIFICARE LA CITTA'. In vista di Expo, Modena si fa bella con una serie di lavori di riqualificazione che riguardano diverse aree della città: i Giardini ducali (150 mila euro); la zona della stazione e del Museo Casa natale Enzo Ferrari con la rotatoria di piazzale Bruni (40 mila euro). Senza dimenticare le già avvenute riqualificazioni del Duomo (per un valore di 600 mila euro), di Piazza Roma (200 mila euro), di via Emilia, corso Canalgrande e corso Vittorio Emanuele (300 mila euro), e il restauro della chiesa di San Paolo (1 milione e 300 mila euro). 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Expo 2015, Modena propone eventi, iniziative, mostre e riqualifica il territorio

ModenaToday è in caricamento