rotate-mobile
Cronaca San Faustino / Via G. Luosi

Dal Fermi alla Commissione Europea, andate e ritorno

"Back to school", lunedì 13 ottobre Fabio Franchini, funzionario europeo, tornerà nell'istituto in cui si è diplomato 24 anni fa per incontrare studenti e docenti

Lunedì 13 ottobre, il modenese Fabio Franchini, funzionario della Commissione europea, ritornerà all'istituto Fermi di Modena, dove si è diplomato come perito chimico nel 1990, per condividere con docenti e studenti le proprie esperienze in ambito europeo. Franchini oggi lavora presso la sede di Ispra Varese del Centro Comune di Ricerche (CCR) della Commissione Europea. Grazie al progetto Back to school trascorrerà tutta la mattinata all’istituto scolastico di via Luosi per incontrare i 170 studenti delle classi quinte per condividere con loro le proprie esperienze in ambito europeo.

Back to school è un'iniziativa della Commissione europea che propone ai funzionari delle istituzioni europee di trascorrere tornare nella scuola che hanno frequentato da ragazzi per parlare d'Europa a studenti e docenti della propria città d’origine. L'obiettivo principale è infatti promuovere un dialogo aperto dal quale i giovani traggano ispirazione per diventare quanto prima i principali interpreti del progetto europeo, rivendicando il proprio ruolo in difesa della sviluppo democratico e dei principi europei di solidarietà e di crescita comune.

Il centro Europe direct di Modena, impegnato a favorire la diffusione di una cultura europea all'interno delle scuole, sarà presente all'incontro per sostenere l'attività di Fabio Franchini. Il modenese, classe 1971, si è diplomato perito chimico all'Iti Fermi di Modena e laureato alla Facoltà di Chimica dell'Università di Modena. Durante gli anni dell’università ha ottenuto una borsa di studio dal progetto Erasmus per studiare in un ateneo straniero ed è iniziata la sua esperienza europea che lo ha visto successivamente lavorare in Belgio come ricercatore all'Istituto dei Materiali e Misure di Riferimento del Centro Comune di Ricerca (JRC) della Commissione europea e quindi nella sede di Ispra (Varese) per occuparsi di sicurezza alimentare. Attualmente lavora presso la Direzione del Sito di Ispra con responsabilità nell'ambito della salute e sicurezza sul lavoro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Fermi alla Commissione Europea, andate e ritorno

ModenaToday è in caricamento