Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Sassuolo: detenzione abusiva di arma, 48enne scoperto

A causa di alcuni precedenti penali, un uomo che non avrebbe potuto detenere alcuna arma da fuoco aveva denunciato come smarrita una pistola ereditata dal padre defunto. Intervento degli uomini del Commissariato di Polizia di Stato

L'arma e i proiettili sequestrati

Gli agenti del Commissariato di Sassuolo, nell’ambito dell’attività di controllo sulla detenzione delle armi, hanno arrestato un sassolese di 48 anni per detenzione abusiva di arma da sparo. L’uomo, alla morte del padre avvenuta circa un anno fa, avrebbe avuto l’obbligo di denunciare al Commissariato le armi che si trovavano nell’abitazione.

V.M avendo precedenti penali era consapevole di non poter richiedere la detenzione delle armi ereditate dal padre, per cui aveva denunciato falsamente di aver ritrovato solo due fucili mentre una pistola beretta calibro 7,65 era stata denunciata come smarrita. Gli agenti, nella circostanza, avevano raccolto la denuncia di smarrimento presentata dall’uomo, ma la realizzazione di un task force investigativa all’interno del Commissariato, volta al contrasto dei reati predatori ed ai controlli sulla detenzione della armi, ha permesso di rivalutare la situazione e di ipotizzare che la pistola potesse essere ancora nelle mani dell’uomo.

Per tale motivo, gli agenti del Commissariato alle prime luci dell’alba ieri hanno proceduto a perquisizione dell’abitazione di V.M rinvenendo la pistola modello beretta calibro 7,65 che era stata denunciata come smarrita. Nella circostanza, sono stati rinvenute soltanto alcune munizioni tra quelle denunciate per cui sono in corso accertamenti volti a stabilire se possano essere state utilizzate per commettere reati. L’uomo, dopo l’arresto, è stato condotto alla casa circondariale di Modena.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassuolo: detenzione abusiva di arma, 48enne scoperto

ModenaToday è in caricamento