rotate-mobile
Cronaca Carpi

Ferito ad una mano con un machete, il 25enne non perderà l'arto

Fra qualche mese il giovane pakstano ferito a Carpi potrà recuperare l'uso dell'arto grazie ad un complesso intervento svolto al Policlinico

Migliorano le condizioni del 25enne di origine pakistana, ferito alla mano con un machete il 24 aprile in una rissa avvenuta a Carpi. Il giovane straniero era stato tra i protagonisti di una violenta rissa scattata in via Ugo da Carpi, nei pressi dello stadio. dove si erano affrontati diversi ragazzi di nazionalità straniera. Forse un "regolamento di conti", forze un dissidio nato sul momento; lo scontro era stato violento e aveva visto l'uso di un machete e di altre armi da taglio e bastoni.

Nei giorni scorsi, il paziente è stato operato dai Chirurghi della mano del Policlinico di Modena, diretta dal dottor Roberto Adani, che lo hanno sottoposto a un complesso intervento di microchirurgia per la ricostruzione dell’arto, che presentava una subamputazione di mano a livello trans-metacarpale interessante le ossa, i tendini, i nervi e i vasi sanguigni.

L’intervento è riuscito e la prognosi per il recupero della funzionalità dell’arto è di alcuni mesi con un lungo periodo di riabilitazione.

La Polizia di Carpi sta ancora indagando sull'accaduto. Gli agenti erano infatti intervenuti mettendo fine allo scontro: i partecipanti si erano dileguati, ma nelle ore successive alcuni di loro erano stati rintracciati. Al momento risultano sei persone denunciate a piede libero.

Rissa notturna tra giovani a Carpi. Sei denunce da parte della Polizia 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferito ad una mano con un machete, il 25enne non perderà l'arto

ModenaToday è in caricamento