rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Via Gian Maria Bondigli

Tentato omicidio in via Bondigli, fermato il principale indiziato dell'accoltellamento

Un cittadino ghanese è stato individuato e fermato dalla Polizia. E' sospettato dell'accoltellamento del 41enne sudanese avvenuto ieri mattina: La vittima sarebbe fuori pericolo

Sarebbe una rivalità sentimentale, una donna "contesa", il motivo scatenante dell'aggressione avvenuta ieri al civico 118 di via Bondigli, che è quasi costata la vita ad un cittadino sudanese di 41 anni. I fatti sono avvenuti poco dopo le ore 8, quando l'aggressore ha sfondato la porta dell'appartamento al terzo e ultimo piano della palazzina, accanendosi poi sulla vittima con un coltello e provocandole diverse lesioni al torace. Sarebbe poi fuggito di corsa facendo perdere le proprie tracce.

Questa la ricostruzione sommaria a cui hanno lavorato nelle ultime ore gli investigatori della Squadra Mobile di Modena, anche grazie alla testimonianza della donna coinvolta suo malgrado nella disputa. I poliziotti hanno identificato e individuato il presunto aggressore, un cittadino ghanese quarantenne, che è stato sottoposto a fermo.

Tentato omicidio, gravissimo un uomo accoltellato al petto

La Polizia Scientifica ieri mattina ha esaminato a fondo la scena del crimine e gli elementi raccolti saranno utili a chiarire la dinamica.

Il 41enne si è trascinato fuori dall'abitazione in cerca di aiuto, scendendo a fatica i tre piani di scale e poi percorrendo alcune decine di metri di via Bondigli per accasciarsi sulla panchina della fermata dell'autobus di via Guarini. Provvidenziale l'arrivo di un cittadino che ha chiamato i soccorsi. Trasportato a Baggiovara, lo straniero è stato sottoposto ad un intervento chirurgico e i medici sono riusciti a salvagli la vita. Al momento infatti si trova fuori pericolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio in via Bondigli, fermato il principale indiziato dell'accoltellamento

ModenaToday è in caricamento