Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Omicidio Balboni, fermato l’amico reo confesso. Ha sparato con la pistola del padre

Il Procuratore Capo presso il Tribunale dei Minorenni ha emesso un decreto di fermo di indiziato di delitto per un coetaneo del 16enne scomparso e poi trovato morto a Castello di Serravalle

E' arrivato il primo e drammatico punto fermo sulla vicenda realtiva alla morte di Giuseppe Balboni, il 16enne scomparso da Zocca e poi trovato morto a Tiola di Castello di Serravalle. Il Procuratore Capo presso il Tribunale dei Minorenni di Bologna ha emesso un decreto di fermo di indiziato di delitto a carico di un amico e coetaneo della vittima, accusato di omicidio. Nei suoi confronti si configurano l'aggravante dei futili motivi e l'occultamento di cadavere.

Il reato - fanno sapere gli investigatori - sarebbe stato perpetrato attraverso l’utilizzo di una pistola legalmente detenuta dal padre del presunto omicida. Lo stesso genitore potrebbe essere denunciato per omessa custodia dell'arma. Il corpo senza vita del ragazzo era stato rinvenuto nella tarda mattinata di ieri all’interno di un pozzo, gettato attraverso una stretta imboccatura e recuperato grazie all'intervento dei Sommozzatori dei Vigili del Fuoco.

Il 16enne era uscito il 17 settembre dalla sua abitazione di Zocca per andare a scuola.  Da allora il ragazzino sembrava "essersi volatilizzato", come aveva raccontato il padre a BolognaToday.

Fatta la denuncia di scomparsa, si erano subito attivati i soccorsi.  E ieri erano stati sguinzagliati anche i cani molecolari. Prima erano stati trovati il suo scooter Malaguti Phantom F12 rosso, la sua giacca e il portafoglio. A rinvenirli era stato un pescatore, non lontano dal Samoggia. I Carabinieri e la Polizia locale hanno battuto la zona palmo a palmo e venerdì a Valsamoggia era stata attivata una postazione dei Vigili del Fuoco tra Castelletto e Tiola, la frazione di Valsamoggia dove il suo smartphone aveva agganciato la cella per l'ultima volta.

Il ragazzo accusato di omicidio sarà ora sentito dal Tribunale dei Minori e dai Carabinieri, ai quali restano da comprendere le ragioni di un gesto talmente atroce compiuto in così tenera età.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Balboni, fermato l’amico reo confesso. Ha sparato con la pistola del padre

ModenaToday è in caricamento