rotate-mobile
Cronaca Pavullo nel Frignano

Lampeggianti e sirena in auto, ma dopo sorpassi e passagi col rosso incappa in un posto di blocco

E' accaduto a Pavullo, dove un 49enne aveva montato un apparato non consentito, con il quale faceva da "apripista" alle auto di due amici. Una sciocchezza che costerà cara

Alcuni automobilisti di Pavullo si sono imbattuti in uno strano "corteo" di auto, guidato da una potente Bmw M4 che procedeva con lampeggianti blu e sirene, superando le auto in coda in maniera azzardata e passando anche con il semaforo rosso. L'auto procedeva facendo da apripista ad altre due, che seguivano a ruota. Qualcuno potrebbe aver pensato ad un'auto blu o ad un'operazione di qualche tipo delle forze dell'ordine: nulla di più sbagliato.

Dopo aver sfilato nel traffico incuranti del codice della strada, le tre auto si sono imbattute in un posto di blocco dei Carabinieri al limitare del paese. I militari hanno voluto vederci chiaro e - correndo il rischio di fermare effettivamente una qualche autorità - hanno esposto la paletta e bloccato la Bmw, facendola accostare. Al volante è stato identificato un cittadino di 49anni, originario di Rieti, che non aveva fatto altro che installare sul tettuccio della sua auto il lampeggiante: una sorta di bravata fine a sè stessa, cui anche gli amici avevano partecipato senza porsi troppe domande.

Quanto accaduto è ovviamente una chiara violazione della legge, in particolare si può configurare come reato di segni distintivi e contrassegni in uso a Corpi di Polizia, che già in passato ha visto la giustizia condannare automobilisti che hanno adottato per i motivi più vari questo stratagemma. In più - e non poteva essere diversamente - gli automobilisti coinvolti sono stati multati per diverse violazioni al codice della strada.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lampeggianti e sirena in auto, ma dopo sorpassi e passagi col rosso incappa in un posto di blocco

ModenaToday è in caricamento