rotate-mobile
Cronaca Maranello

Maranello, la Ferrari striglia i dipendenti in bermuda

Alcuni lavoratori sono stati bloccati stamattina all'ingresso della fabbrica perchè indossavano pantaloni corti, non consoni all'immagine aziendale. Situazione risolta, ma la Fiom non risparmia una tirata d'orecchie

Il caldo comincia davvero a farsi sentire. Per tutti, ma, a quanto pare, soprattutto a Maranello. Un episodio curioso verificatosi questa mattina agli stabilimenti Ferrari ha provocato la protesta di alcuni dipendenti del Cavallino e la reazione dei sindacati. Dopo la guerra alle comunicazioni via mail, ora si apre il fronte del dress code.

Secondo quanto ha diffuso la Fiom in una nota stampa, alcuni dipendenti di Ferrari Auto sono stati bloccati in portineria senza poter accedere in azienda poiché indossavano bermuda estive. Un abbigliamento considerato non consono dall’azienda che così ha impedito loro di accedere al lavoro.

I lavoratori hanno protestato e contestato questa decisione, e solo successivamente sono stati comunque lasciati entrare. Ma la scaramuccia non è piaciuta al sindacato dei metalmeccanici, che attraverso il responsabile Fernando Siena ha commentato: “Ci sembra un comportamento assurdo da parte dell’azienda, che sottende una volontà di controllo da parte dell’impresa sui dipendenti. Dobbiamo infatti tener conto che le bermude indossate a fine luglio dai lavoratori erano gli indumenti personali con cui gli stessi si erano recati al lavoro, dove poi avrebbero indossato la regolare divisa”.

“Neanche il Vaticano impedisce l’ingresso ai luoghi sacri con una normale t-hhirt e pantaloni a mezza gamba! Non vorremmo che con il caldo si fosse imbizzarrito anche il Cavallino”, commenta poi scherzosamente la compagine sindacal della Fiom/Cgil che si fa scappare anche una battuta, un filo provocatoria: “Proprio il Gruppo Fiat che ha una costante frequentazione con gli Stati Uniti, sa certamente che proprio in quel Paese si consigliano da parte delle aziende abbigliamenti estivi consoni con le temperature esterne!”.

Un fraintendimento, un rigore eccessivo o una polemica sterile? Forse tutte queste cose insieme. Dopo che  mentre la temperatura e l'umidità continuano a salire. Speriamo che a Budapest nel weekend faccia più fresco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maranello, la Ferrari striglia i dipendenti in bermuda

ModenaToday è in caricamento