rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

Fiat, Fiom: "Non firmeremo per l'estensione dell'accordo di Pomigliano"

Una lettera di Fiat Group Automobiles fa sapere che dal 1 gennaio 2012 non si applicheranno più contratti e accordi collettivi vigenti. Stasera l'ultima assemblea per un confronto tra sindacati

Dopo varie sollecitazioni, scioperi e manifestazioni è arrivata ieri una prima risposta da Fiat Group Automobiles sulla situazione contrattuale. Nella lettera inviata ieri, la Fiat comunica il recesso "da tutti i contratti applicati nel gruppo Fiat e da tutti gli altri contratti e accordi collettivi aziendali e territoriali vigenti" a partire dal 1 gennaio 2012. "L'obiettivo - conclude la lettera - è di assicurare trattamenti individuali complessivamente analoghi o migliorativi rispetto alle precedenti normative".


Intanto sono in corso assemblee, di cui l'ultima sarà questa sera, per capire come affrontare questa situazione e per avere un confronto tra sindacati. Fiom-Cgil fa sapere che non firmerà l'accordo di Pomigliano che verosimilmente verrà allargato a tutto il gruppo, mentre Cisl e Uil sarebbero su posizioni diverse. Secondo Giordano Fiorani, segretario provinciale Fiom, gli "incontri finalizzati a valutare le conseguenze del recesso ed eventualmente alla predisposizione di nuove intese collettive" di cui si parla nella lettera, non sarebbero aperture al dialogo, anzi, al contrario, testimonierebbero semplicemente la volontà dell'applicazione dell'estensione di Pomigliano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat, Fiom: "Non firmeremo per l'estensione dell'accordo di Pomigliano"

ModenaToday è in caricamento