rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca

Aule chiuse e cantieri aperti, 74 interventi nelle scuole modenesi

Edifici più moderni e sicuri: è quanto promettono i lavori di ristrutturazione che sono stati finanziati in tutta la provincia con 9 milioni di euro. Cantieri in scuole do ogni ordine e grado

Per l'edilizia scolastica modenese sono in arrivo quasi nove milioni e mezzo  di euro provenienti dal decreto del Governo che mette a disposizione a livello nazionale oltre 905 milioni di euro di mutui della Banca europea per gli investimenti; si tratta di mutui agevolati con oneri di ammortamento a carico dello Stato che potranno essere accesi dalle Regioni. E i beneficiari delle risorse saranno gli enti locali proprietari degli immobili che dovranno procedere all'aggiudicazione degli interventi entro ottobre. 

L’ammontare delle risorse assegnate alla nostra Regione per finanziare gli interventi di edilizia scolastica è di quasi 58 milioni; la ripartizione provinciale è stata approvata nei giorni scorsi dalla Regione che ha concesso, appunto, alla Provincia e ai Comuni oltre nove milioni per realizzare 38 interventi di ampliamento, ripristino, ammodernamento di una serie di istituti superiori, medie, primarie e infanzia.

E con le risorse approvate sarà possibile realizzare a partire già da quest'anno  l'ampliamento del Meucci a Carpi per un investimento di due milioni e 100 mila euro (di cui quasi un milione e 700 mila finanziati dal Governo) e il primo stralcio dell'intervento di messa in sicurezza e l'adeguamento alle nuove normative antincendio dell'istituto Guarini di Modena (500 mila euro). Con le risorse residue del 2015, inoltre, sarà possibile realizzare un intervento previsto nel 2016 che è la ristrutturazione del Formiggini di Sassuolo con il rifacimento dei serramenti, delle coperture, intonaci esterni e tinteggiature.

Oltre al Meucci e al Guarini, la Provincia punta a ottenere le risorse per realizzare il secondo stralcio dei lavori sempre al Guarini, i lavori di ristrutturazione al Morante e al Baggi a Sassuolo; in programma anche adeguamenti normativi antincendio al Tassoni di Modena e l'ampliamento del polo Levi-Paradisi di Vignola con la messa in sicurezza di alcuni elementi al Levi di Vignola per una spesa complessiva relativa al 2016 di oltre quattro milioni di euro; per il 2017 le priorità riguardano la ristrutturazione dell'aula magna del Barozzi di Modena, l'ampliamento del polo scolastico del Selmi di Modena, la manutenzione del polo Selmi-Corni di Modena e del Corni in largo Aldo Moro a Modena oltre agli adeguamenti normativi al Corni, Selmi e Venturi di Modena per un investimento complessivo nel 2017 per oltre tre milioni di euro.

Oltre agli interventi sulle scuole superiori, nell'elenco dei lavori di miglioramento e messa in sicurezza finanziati dal Governo, figurano 36 progetti che saranno realizzati quest'anno sulle scuole medie inferiori, primarie e d’infanzia  sparse su tutto il territorio provinciale. 
Tra i lavori spiccano il completamento del terzo stralcio della primaria Mattarella di Modena (due milioni e 200 mila euro), i lavori sulle medie inferiori Da Vinci e la scuola d'infanzia Centro storico di Sassuolo, la primaria Fanti a Carpi, le medie Leopardi e la scuola d'infanzia di Castelnuovo Rangone e la media Frank di Castelvetro, il nuovo polo scolastico di via Salvo D'Acquisto e la palestra a Vignola, la primaria Guidotti di Fiorano, la media inferiore Alighieri di Nonantola, le primaria di Menotti di Soliera e quella di Savignano sul Panaro, poi le scuole a S.Cesario sul Panaro, Mirandola, gli edifici scolastici delle scuole in montagna: la scuola d'infanzia di Serramazzoni, il polo scolastico di Riolunato, il polo scolastico e la palestra di Pievepelago, la primaria di Fanano,  la scuola d'infanzia di Montefiorino, il polo scolastico di Palagano, poi i lavori nelle scuole anche Guiglia, Montese e Sestola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aule chiuse e cantieri aperti, 74 interventi nelle scuole modenesi

ModenaToday è in caricamento