rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Sassuolo

Ponte sul Secchia, dopo tre anni si concludono i lavori alla briglia

Oltre 5 milioni di euro euro e tre estati di lavoro per concludere la "briglia" sul fiume, pensata per prevenire danni strutturali al ponte che collega le province di Modena e Reggio

Sono terminati nei giorni scorsi i lavori della Provincia di ricostruzione della briglia idraulica di Villalunga, a valle del ponte della Pedemontana che collega Sassuolo e Casalgrande, la cui porzione centrale era andata distrutta a causa di ripetuti eventi di piena. L'opera consente di frenare la velocità delle acque e contenere l’erosione del basamento del ponte in corrispondenza delle fondazioni del viadotto, prevenendo eventuali danni. 

Una parte dei lavori erano stati realizzati dalla Provincia negli anni scorsi, allo scopo di consolidare le fondazioni delle pile centrali, ora il lungo viadotto è stato messo definitivamente in sicurezza con un intervento, iniziato nel 2012 e che poteva esser realizzato solo nei mesi estivi con la portata del fiume ridotta. Il costo complessivo è stato di cinque milioni e 300 mila euro, finanziati da Anas nell'ambito del passaggio alle Province delle strade statali.

«Abbiamo terminato - sottolinea Gian Carlo Muzzarelli, presidente della Provincia di Modena - un'opera attesa da tempo che consente di mettere definitivamente in sicurezza il viadotto. Una ulteriore dimostrazione che gli enti locali e le loro strutture tecniche hanno tutte le competenze per portare a termine interventi anche complessi come questo», mentre Claudio Pistoni, sindaco di Sassuolo, dopo aver evidenziato  «la preoccupazione degli anni scorsi a causa degli evidenti effetti erosivi sulle pile del ponte» esprime la soddisfazione «per un intervento assolutamente necessario che la Provincia ha concluso nei tempi previsti, tenendo conto che era possibile lavorare solo nei mesi estivi quando la portata del fiume è ridotta».  
Trasversalmente la nuova opera è lunga 140 metri, agganciandosi ai muri esistenti. L’intervento ha previsto la ricostruzione di una struttura di sfioro, la realizzazione del bacino di dissipazione a valle lungo circa 40 metri, con una controbriglia costituita da una paratia su pali su cui è realizzata una trave superiore di collegamento. 

In corrispondenza della briglia sarà realizzata dalla ditta Idroemilia una centrale idroelettrica, autorizzata dalla Provincia, con una potenza di oltre mille e 200 chilowatt in grado di soddisfare le esigenze di oltre 400 abitazioni. Sono stati sistemati, infine, la golena in corrispondenza della briglia e l’alveo, oltre alla realizzazione  di una scala di risalita per l’ittiofauna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte sul Secchia, dopo tre anni si concludono i lavori alla briglia

ModenaToday è in caricamento