rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

Banda di finti Carabinieri sgominata dalla Polizia di Stato

Due anni fa, quattro uomini si erano spacciati per operatori dell'Arma per fare visita a un ignaro cittadino modenese eseguendo una perquisizione domiciliare: rubati oggetti per un valore complessivo di 55mila euro

Si presentarono a casa di un ignaro cittadino per una "finta perquisizione" spacciandosi per Carabinieri e, approfittando dell'uniforme dell'Arma indossata da uno della banda, compirono una vera e propria razzia di valori, assegni, carte di credito e orologi per un ammontare di 55mila euro. I fatti risalgono al primo di ottobre del 2009, ma solamente stamattina sono state emesse dalla Procura di Modena quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere eseguite dalla Squadra Mobile nei confronti di altrettanti soggetti: C. F., nato a Giardavalle (Catanzaro) nel '70, C. M., nato a Lentini in provincia di Salerno nel '55, C. F. nato a Curinga (Catanzaro) nel '63 e S. G. nato a Palermo nel '57. A loro carico un lungo elenco di accuse: furto in abitazione, falsità materiale e sostituzione di persona in concorso.

FURTO - Come detto, i fatti risalgono a più di due anni fa: la banda di finti Carabinieri si presentò al domicilio di un modenese dicendo di dovere eseguire una perquisizione su mandato della Procura di Bologna. Una volta entrati all'interno dell'appartamento, contando sulla superiorità numerica, hanno approfittato dell'accondiscendenza del cittadino per ispezionare da cima a fondo l'abitazione e fare razzia di oggetti di valore. Terminata la "procedura", i finti Carabinieri consegnarono al padrone di casa un biglietto di invito a presentarsi presso una caserma dell'Arma di Bologna, prima di allontanarsi su una berlina grigia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banda di finti Carabinieri sgominata dalla Polizia di Stato

ModenaToday è in caricamento