Unimore e Comune, accordo su alloggi e progetti di riqualificazione

Sottoscritto da sindaco e rettore, alla presenza della ministra Fedeli. Muzzarelli: “Collaborazione per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva”

"Una sempre più profonda collaborazione tra Comune e Università è la strada maestra per accrescere la proiezione internazionale del Sistema Modena, per la crescita di una società della conoscenza, per la valorizzazione della ricerca e del trasferimento tecnologico, per l'attrazione di capitali e talenti". Il sindaco Gian Carlo Muzzarelli, per sottolineare l'importanza dell'Accordo sottoscritto oggi, lunedì 3 aprile, con il rettore Oreste Angelo Andrisano, alla presenza della ministra Valeria Fedeli, cita un passaggio dell'articolo 1 del documento che definendo Modena "città universitaria" indica nel rapporto con l'ateneo "la prima carta da giocare per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva".

La sottoscrizione dell'accordo, infatti, per il sindaco conferma "la validità di un metodo di lavoro inaugurato con il Patto per Modena: un rapporto positivo e continuo, non episodico, fra istituzioni e società civile, una convergenza importante sugli obiettivi del futuro del nostro territorio".

Nell'Accordo si prevedono impegni sui tutti i principali progetti strategici della città: dal Tecnopolo, già attivato, ai prossimi Poli culturali del Sant'Agostino Estense e dell'ex Amcm, fino al Polo dell'automotive recentemente presentato (con un progetto specifico da sviluppare per la creazione di un'area urbana dedicata alla sperimentazione di soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e un ruolo strategico dell'autodromo), al Data Center e servizi per l'innovazione da realizzare nell’area dell’ex Mercato bestiame, allo sviluppo dell'Osservatorio degli appalti (progetto Labalt), alla costituzione di un Osservatorio sulle frodi alimentari e alla valorizzazione dell'enogastronomia, al Laboratorio sull'uso degli archivi amministrativi.

In campo sanitario si prevede una rafforzata collaborazione per la "qualificazione della rete dei servizi socio-sanitari, della tutela e della promozione della salute, per valorizzare gli operatori del Sistema e il ruolo della facoltà di Medicina e Chirurgia". E viene definito "centrale" il Comune impegno per realizzare l'integrazione tra Policlinico e il Nuovo ospedale civile Sant'Agostino Estense di Baggiovara.

Una specifica attenzione è riservata anche al sistema bibliotecario e archivistico, alla diffusione del sapere, agli eventi e ai servizi culturali, allo sport. L'Accordo prevede l'impegno a sviluppare azioni per ampliare l'offerta di alloggi per gli studenti fuori sede e ad attivare un "collegio d'eccellenza" a carattere residenziale per chi frequenta l'Alta scuola di Ingegneria nel settore automotive.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Essere Città universitaria - commenta il sindaco Muzzarelli - significa essere un centro attraente per nuove generazioni che si impegnano nei nostri Poli d'eccellenza contribuendo così a uno sviluppo di qualità del nostro territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto, 21enne muore sulla Nuova Estense

  • Coronavirus, un giorno da ricordare. Nessun nuovo caso e nessun decesso a Modena

  • Contagio, un nuovo caso a Modena. Deceduta una donna di Pavullo

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

  • Perdite dimezzate, Coop Alleanza 3.0 risale e apre 40 punti vendita

Torna su
ModenaToday è in caricamento