rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca Campus Universitario / Via P. Vivarelli, 10

Assalto al Career Day, folla di laureati a caccia di un lavoro

Oltre un migliaio di studenti ed ex studenti Unimore hanno affollato gli spazi del Dipartimento di Ingegneria, dove si sono svolti incontri e colloqui con 76 realtà economiche del nostro territorio. Eppure i dati occupazionali dei neolaureati modenesi sono tra i più alti d'Italia

Università di Modena e Reggio Emilia invasa oggi dai propri laureati e laureandi, tutti a caccia di un primo sbocco nel mondo del lavoro. Del resto, certificano i dati AlmaLaurea, è qui che a un anno dalla laurea la percentuale di disoccupati è complessivamente inferiore al 15%. Ed è qui che, a conti fatti, i neo laureati guadagnano di più.

L'appuntamento, al via dalle 9.30, è stato battezzato "More Jobs" e si tratta del primo career day dell'Ateneo emiliano. La vetrina organizzata per favorire l'incontro tra domanda ed offerta è stata allestita nelle strutture del Dief, il dipartimento di Ingegneria "Enzo Ferrari" che proprio lunedì, in presenza del ministro Federica Guidi, ha avviato le celebrazioni per i 25 anni della Facoltà. Tra gli spazi del Dief, di buonora presi d'assalto dagli studenti (oltre 1.100 le iscrizioni all'evento da parte dei giovani), si sono accomodate coi loro piccoli stand 76 realtà economiche territoriali, associative e di impresa. A loro si consegnano curricula, ma si tengono anche diversi primissimi colloqui. Ci sono tutti o quasi i grandi nomi, e a quanto pare ci saranno anche alle prossime edizioni.

"Si vuole rendere permanente lo scambio e la sinergia tra mondo accademico e società, e sottolineare l'importante contributo che diamo ogni anno coi nostri laureati a rendere qualitativamente più ricco il mercato del lavoro", per dirla col rettore Angelo Oreste Andrisano. Al suo fianco anche oggi sono presenti il sindaco di Modena, Gian Carlo Muzzarelli, e l'assessore comunale di Reggio con delega all'Università Raffaella Curioni (era stato annunciato il sindaco Luca Vecchi). Tutti ascoltano soddisfatti in aula magna, circondati da laureati e laureandi, i numeri sfornati dalle slide di Silvia Ghiselli di AlmaLaurea.

A un anno dalla laurea Unimore (magistrali 2012 e 2008 con un aggiornamento sul 2014, che da solo segna più cinque punti) oltre il 72% si ritrova occupato, un superiore alla media regionale e nazionale. Per quanto riguarda le lauree triennali (anche in questo caso il trend risulta in crescita nel 2014), i senza lavoro scendono al 12%, un esito migliore di due-tre punti rispetto al quadro nazionale.

Il career day di oggi, cui hanno lavorato, forti dei diversi patrocini istituzionali ottenuti, l'area amministrativa didattica del Dief, l'ufficio placement di Unimore, Er-Go e JobAdvisor, mira a essere un momento di vero confronto con le imprese: i comitati di indirizzo dei singoli corsi, infatti, stanno raccogliendo le esigenze avanzate per inserirle nei programmi didattici dei futuri corsi di laurea. Nell'ambito di "More Jobs", dalle ore 15.30 alla vicina sala eventi del tecnopolo, si terrà una tavola rotonda attesa, coordinata dal direttore del Dief Alessandro Capra e intitolata "Unimore: un trampolino di lancio verso l'Asia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto al Career Day, folla di laureati a caccia di un lavoro

ModenaToday è in caricamento