rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Sospetta frode sulle accise, controlli in un deposito di carburanti di Modena

Gli ispettri dell'Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli stanno verificando i documenti di trasporto presumibilmente falsi che la società avrebbe utilizzato per frodare lo Stato

L’Ufficio Controlli Accise dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha inviato di prima mattina i propri ispettori nel modenese, per effettuare un controllo in un deposito commerciale di carburante. C'è infatti il sospetto di una fride sulle accise.

L’attività è scaturita dall’analisi del bilancio di materia della movimentazione di benzian e gasolio, prodotti energetici che viaggiano di norma accompagnati dai cosiddetti e-das, i documenti di accompagnamento semplificati e in forma elettronica che gli operatori del settore sono tenuti ad utilizzare per legge.

Analizzando la documentazione, gli ispettori dell'ADM sono giunti all’identificazione degli speditori e dei destinatari di carburanti che avrebbero viaggiato con e-das falsi, con l'obiettivo di commettere una frode sulle accise.

Sono in corso, da parte del Nucleo Operativo Territoriale, gli ulteriori accertamenti qualitativi e quantitativi del caso, per identificare anche eventuali illeciti ambientali.

Purtroppo anche il settore petrolifero è soggetto a sempre più casi di frode, che sfruttano meccanismi variegati che vanno dal "dirottare" prodotti dai vari mercati internazionali alle più tradizionali frodi basate sull'evasione dell'iva.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospetta frode sulle accise, controlli in un deposito di carburanti di Modena

ModenaToday è in caricamento