Truffa un'azienda di Campogalliano e dirotta sul suo conto 80mila euro

Smascherato il raggiro orchestrato da un cittadino straniero, che si era inserito nel pagamento di fatture tra una ditta del settore bilance e un fornitore, ottenendo i bonifici

I Carabinieri della Stazione di Carpi, dopo una complessa attività d’indagine, sono riusciti ad individuare, identificare e denunciare un 36enne nigeriano, con precedenti di polizia, che è riuscito ad appropriarsi del corrispettivo di alcune fatture emesse da una importante azienda specializzata nella produzione e vendita di sistemi di pesatura di Campogalliano.

Dimostrando una certa scaltrezza e una buona padronanza della tecnologia, il truffatore verso la fine del 2019 era riuscito ad intercettare informaticamente le comunicazioni tra i clienti committenti e l’azienda fornitrice: subentrando al fornitore con una azienda falsa, era poi riuscito a deviare i pagamenti di alcune fatture emesse a seguito di forniture di materiali, canalizzandoli su un conto corrente bancario personale, per un totale di circa 80.000 €, poi svaniti nel nulla.

Il tutto è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Bologna, competente per la tipologia di reati che sono stati contestati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento