rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Torrazzi / Strada Cavo Argine

Nomade fugge dai domiciliari, bloccato dopo la corsa in tangenziale

Dopo un litigio lascia l'area di via Cavo Argine dove sarebbe dovuto rimanere agli arresti domiciliari. Inseguito in tangenziale, fermato e denunciato per un lungo elenco di motivazioni

Era alla guida di un'auto nonostante l'obbligo di rimanere in casa per scontare gli arresti domiciliari e per di più stava guidando in stato di ebbrezza, in barba alla revoca della patente, su un veicolo privo di assicurazione, che non avrebbe dovuto circolare per via dell'istanza di demolizione. Insomma, non si è fatto mancare proprio nulla.

Il soggetto fermato dalla Volante è un noto pregiudicato, L.T. Classe '67, residente nel campo nomadi di via Cavo Argine. E proprio qui sarebbe dovuto rimanere anche ieri sera, ma così non è stato. La Polizia è stata avvertita per via di un litigio iniziato all'interno della stessa area dove stazionano le famiglie nomadi e si è recata sul luogo per poi mettersi all'inseguimento di una Volskswagen Golf che si era allontanata.

Nonostante i ripetuti inviti a fermare la corsa del proprio mezzo, il 47enne non ha ceduto ed è stata necessaria qualche manovra per porre fine alla corsa in tangenziale. L'uomo è stato denunciato sia per evasione sia per l'incredibile concatenazione di eventi riportai in premessa, cui si sommeranno anche tutte le sanzioni amministrative per la violazione del codice della strada.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nomade fugge dai domiciliari, bloccato dopo la corsa in tangenziale

ModenaToday è in caricamento