menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio e furti, un arresto e due denunce dei Carabinieri in città

Ancora un controllo dei Carabinieri contro i fenomeni di illegalità diffusa: un arresto per spaccio, due denunce per furto aggravato e sei segnalazioni per consumo di stupefacenti. Impiegate 14 pattuglie

Ieri  sera, a Modena, i Carabinieri hanno svolto un servizio straordinario di controllo della città centro urbano con il fine di prevenire e contrastare i reati più diffusi e frequenti, con particolare riferimento al centro storico, ad alcune aree degradate ed ad i parchi cittadini. Nel corso del servizio, che ha visto l’impiego contestuale di 14 pattuglie, per un totale di 28 militari, sono stati effettuati rastrellamenti di parchi pubblici (XXII Aprile, Novi Park, Amendola, Sandro Pertini), ma anche posti di controllo e perquisizioni di locali.  

Complessivamente sono state identificate oltre 120 persone, una è stata tratta in arresto nella flagranza del reato di di spaccio di sostanze stupefacenti e due sono state denunciate per furto aggravato in concorso. La persona arrestata è il 36enne ghanese B.M.A., irregolare, nullafacente e pregiudicato, che i militari dell’Arma hanno bloccato nel parco XXII Aprile, subito dopo che aveva spacciato una dose di marijuana ad un operaio italiano, modenese di 32 anni, dietro corrispettivo di 10 euro. L’uomo, che annoverava già precedenti specifici, ha trascorso la notte in camera di sicurezza. Questa mattina l’arresto è stato convalidato, l’udienza finale rimandata al 13 novembre e l’arrestato condotto in carcere in regime di custodia cautelare.

I denunciati per furto aggravato in concorso sono invece due operai italiani, modenesi, di 52 e 53 anni, entrambi incensurati, che i militari dell’Arma hanno sorpreso all’interno di un hotel inattivo sito sulla via Emilia, all’atto in cui facevano razzia di cavi di rame, strappandoli e tranciandoli dal sistema elettrico dell’immobile. Nel momento in cui il furto è stato sventato i due si erano già impossessati di 70 kg circa di rame, che sono stati recuperati e restituiti alla società proprietaria dello stabile. 

Infine sei persone sono state segnalate alla Prefettura di Modena, in quanto trovate in possesso di sostanze stupefacenti per uso personale. Si tratta in particolare di quattro 17enni trovati in possesso di altrettante dosi marijuana e due maggiorenni trovati in possesso di altrettante dosi di eroina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 1.151 nuovi positivi in regione. Modena prima provincia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento