rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Mirandola / Via Antonio Fogazzaro, 6

Furto al Centro Servizi Ausl di Mirandola, rubati tablet e cellulari aziendali

L’episodio nella notte scorsa. Il Direttore del Distretto Angelo Vezzosi: “Abbiamo presentato denuncia per questo gesto odioso e deprecabile, che per giunta arriva in un momento di grande pressione sul sistema sanitario alle prese con la gestione della pandemia da Covid-19”

Nella notte tra giovedì 13 e venerdì 14 gennaio si è verificato un furto all’interno del Centro Servizi Ausl di Mirandola: dai locali di alcuni servizi che trovano sede nella palazzina adiacente all’ospedale sono stati trafugati tablet e cellulari aziendali, apportando danni, seppure non ingenti, a parte del mobilio e degli infissi. Dopo le prime verifiche e la quantificazione del danno subito, l’Azienda USL di Modena ha sporto denuncia per l’episodio alle autorità competenti.

“Si tratta di un’azione odiosa e deprecabile – sottolinea il Direttore del Distretto di Mirandola Angelo Vezzosi –, sia per il gesto in sé sia perché giunge in un momento di forte pressione sul sistema sanitario, alle prese con la gestione della pandemia da Covid-19. Il materiale rubato era a disposizione di servizi fondamentali per l’assistenza territoriale, come il Servizio Domiciliare e il Punto Unico di Accesso Socio-Sanitario (PUASS). Ringrazio gli operatori che, nonostante il comprensibile momento di smarrimento alla notizia del furto, si sono attivati per cominciare come sempre la giornata lavorativa a servizio dei cittadini”. 

“Un gesto vigliacco e vile. Doppiamente, se si considera che è stato consumato a danno di una struttura sanitaria, quella mirandolese, impegnata in questo momento di forte pressione nel contrasto al covid a garantire ugualmente i servizi essenziali alla comunità. Un episodio deprecabile e vergognoso", commenta invece il Sindaco di Mirandola, Alberto Greco. “Al Direttore del distretto di Mirandola Dott. Angelo Vezzosi ed a tutto il personale va la vicinanza dell’Amministrazione comunale come di tutti i cittadini mirandolesi che hanno nella struttura ospedaliera un punto di riferimento, oltre che presidio di prima linea ormai da due anni nell’emergenza covid. Il mio elogio agli operatori sanitari che nonostante lo sconforto iniziale alla scoperta del furto non hanno esitato a rimboccarsi immediatamente le maniche per rimettersi al servizio dell’intera comunità. L’auspicio è che i responsabili del furto siano assicurati quanto prima alla giustizia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto al Centro Servizi Ausl di Mirandola, rubati tablet e cellulari aziendali

ModenaToday è in caricamento