Rubano un camper e lo incendiano dopo un ricatto, denunciati quattro nomadi

I Carabinieri reggiani hanno deferito due uomini e due donne per furto, danneggiamento a seguito di incendio e tentata estorsione. Si sono impossessati del mezzo in vendita online senza pagare il dovuto, poi hanno minacciato la proprietaria

foto di repertorio

I militari di Castellarano (RE) hanno indagato negli ultimi tempi su quanto accaduto ai danni di una cittadina residente in quel territorio, arrivando a denunciare quattro persone, delle quali tre sono nomadi di etnia rom domiciliati a Modena. I quattro indagati si sono resi protagonisti di una serie di reati che hanno preso le mosse da una tratttiva commerciale nata online, rispondendo all'annuncio per la vendita di un camper usato a 1.500 euro, pubblicato dalla 43enne reggiana.

Dopo essersi incontrati con la proprietaria e aver versato un anticipo di 500 euro, gli acquirenti non hanno provveduto al saldo della restante quota, nonostante la donna avesse effettuato il passaggio di proprietà. Per questo motivo la proprietaria non ha consegnato le chiavi del camper. I quattro sono passati al contrattacco: approfittando dell’assenza della proprietaria hanno utilizzato un carroattrezzi e si sono impossessati del camper. Quando la proprietaria si è accorta del furto ha provveduto a revocare il passaggio di proprietà informando gli acquirenti per avere in restituzione il mezzo. I quattro per tutta risposta l’hanno avvertita: “Perfeziona il passaggio e non andare dai carabinieri altrimenti diamo fuoco al mezzo”.

Un avvertimento dal chiaro contenuto estorsivo a cui la 43enne non ha giustamente dato retta presentandosi direttamente ai carabinieri di Castellarano denunciando l’accaduto. I quattro tuttavia, appreso della denuncia, non hanno perso tempo abbandonando il camper nelle campagne del mantovano dopo avergli dato fuoco.

Nel frattempo le indagini dell'Arma reggiana ahanno permesso di risalire all'identità dei protagonisti, identificati in due donne rom di 25 e 47 anni domiciliate a Modena, un 50enne milanese e un 24enne rom di Modena. I reati ipotizzati a loro carico sono quelli di furto, tentata estorsione e danneggiamento a seguito di incendio, per le cui ipotesi venivano denunciati in concorso alla Procura di Reggio Emilia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Maxi sequestro a Modena Nord, fermato un Tir con 22 chili di cocaina

Torna su
ModenaToday è in caricamento