menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spari e inseguimento con speronamento alla Sacca, un arresto e agente ferito

La Polizia di Stato ha intercettato un furgone rubato, ma il conducente ha ignorato l'alt e nonostante una gomma bucata dai colpi di un poliziotto è fuggito, fino a schiantarsi contro un albero in via Canaletto Sud

Notte ad alta tensione nel quartiere Sacca, dove la Polizia è intervenuta a seguito della segnalazione di un cittadino, che aveva visto dei sospetti con cappucci e torce entrare nell'area della Polispostiva, in via Paltrinieri. La segnalazione parlava anche di un furgone bianco, dai quali i presunti malviventi erano scesi. Due equipaggi della Volante, intorno all'1.30, si sono portati in zona, riuscendo effettivamente ad intercettare il furgone in via Cassiani.

Il controllo della targa in banca dati ha permesso di constatare che il furgone era rubato, motivo per cui i poliziotti hanno intimato l'alt per procedere al controllo. Il conducente ha però premuto sull'acceleratore, fuggendo verso l'area artigianale di strada Sant'Anna. Qui una Volante gli ha sbarrato la strada, bloccandone la corsa. Il guidatore ha atteso qualche istante, poi ha ingranato di nuovo la marcia per riprendere la fuga. A quel punto un agente ha sparato tre colpi di pistola all'indirizzo della ruota posteriore del mezzo, riuscendo a colpirla. 

Tuttavia il mezzo ha ripreso la marcia, passando così vicino all'agente tanto da colpirlo con lo specchietto retrovisore: l'impatto è stato per fortuna minimo e il poliziotto è stato poi portato successivamente al Pronto Soccorso: per lui solo lesioni abbastanza lievi.

L'inseguimento è perciò proseguito lungo strada Canaletto Sud, dove il furgone ha più volte speronato lateralmente un'auto della Polizia, che ha riportato seri danni, riuscendo però a mantenersi nella scia del fuggitivo. Dopo alcune centinaia di metri la corsa è terminata, complice la ruota buca, visto che il malvivente è andato a sbattere contro un albero. Il suo tentativo di scappare è continuato a piedi, attraverso i cortili delle abitazioni circostanti, magli agenti hanno avuto la meglio e lo hanno tratto in arresto dopo una colluttazione.

Dovrà quindi rispondere di una serie di reati gravi un 32enne moldavo, regolarmente residente a Bastiglia, già conosciuto per diversi precedenti. A bordo del furgone sono state trovate taniche piene di carburante, con ogni probabilità oggetto di furto. Non vi è al momento traccia degli altri eventuali complici notati nell'area della Polisportiva Sacca, mentre sono in corso accertamenti per ricostruire la provenienza del gasolio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ferrari, a maggio apre il ristorante Cavallino di Maranello

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento