rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cronaca Caduti in Guerra / Corso Canal Grande, 75

Modena, capolavoro del Guercino trafugato dalla chiesa di San Vincenzo

Ignoti sono riusciti a sottrarre la Madonna con i santi Giovanni Evangelista e Gregorio Taumaturgo, opera seicentesca del Guercino. Il quadro si trovava in un altare laterale della chiesa di San Vincenzo, in corso Canalgrande

Un furto decisamente sensazionale quello messo a segno da ignoti malviventi, che sono riusciti a trafugare un'opera di pressochè inestimabile valore. Si tratta del quadro Madonna con i santi Giovanni Evangelista e Gregorio Taumaturgo, un dipinto a olio su tela di grandi dimensioni (293x184,5 cm), opera del 1639 di Giovanni Francesco Barbieri, meglio noto come Guercino.

Il quadro era conservato nel primo altare laterale di sinistra chiesa di San Vincenzo, in corso Canalgrande, dove fino alla scorsa domenica faceva bella mostra di sé sul primo altare laterale di sinistra. Domenica 10 agosto è infatti è l'ultima data in cui il dipinto è stato visto al suo posto: la chiesa, che afferisce alla parrocchia di San Biagio, è infatti rimasta chiusa dalle celebrazioni domenicali fino ad oggi. E lo sarebbe stata ancora per qualche giorno se il parroco, don Giovanni Gherardi, non si fosse accorto del portone di ingresso socchiuso. 

Controllando per scrupolo cosa fosse accaduto, don Gherardi – solo due giorni fa vittima di una rapina nella canonica di San Biagio - ha appurato di persona la grave perdita e ha denunciato l'accaduto alla Polizia. Sul posto si sono portati anche gli uomini della Scientifica, ma non è ancora disponibile una ricostruzione neppure ipotetica di quanto accaduto precisamente.

Secondo quanto ipotizzato dal parroco don Giovanni Gherardi, non essendovi segni visibili di effrazione sulle uniche porte di ingresso all'edificio sacro, i malviventi potrebbero essersi nascosti all'interno della chiesa per poi attendere la chiusura e le ore notturne per fuggire.

LA POLEMICA DI VITTORIO SGARBI: "GRAVI RESPONSABILITÁ"

Si tratta sicuramente di un colpo durissimo per il patrimonio artistico modenese, come sottolineato dallo stesso sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, che ha commentato: "Un furto che colpisce tutta la città. Il prezioso dipinto fa parte del patrimonio artistico di Modena. Il furto, quindi, colpisce non soltanto la chiesa di San Vincenzo, così ricca di significati e di storia, ma tutta la città”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modena, capolavoro del Guercino trafugato dalla chiesa di San Vincenzo

ModenaToday è in caricamento