Furti. Si finge incinta per nascondere i prodotti rubati al supermercato

Una donna moldava e un connazionale sono stati fermati dai Carabinieri a Mirandola e denunciati. Con questo stratagemma avevano rubato 100 euro di prodotti

Ieri pomeriggio a Mirandola i militari della Stazione dei Carabinieri hanno denunciato a piede libero due cittadini stranieri, accusati di furto in concorso. Si tratta di due moldavi, un uomo di 43 anni e una donna di 39, residenti in paese, che nel primo pomeriggio si erano resi protagonisti di un taccheggio in un supermercato cittadino, sfruttando uno stratagemma per passare inosservati.

La donna, infatti, si era dotata di una "pancia finta", costruita artigianalmente in materiale plasitco in modo tale da farla sembrare in un avanzato stato di gravidanza. Il pancione era in realtà un vano ideale per nascondere sotto i vestiti i prodotti rubati, cosa che è avvenuta ieri pomeriggio per diversi generi alimentari e sei cappelli, per un valore complessivo di 100 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

Torna su
ModenaToday è in caricamento