Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Via Paolo Ferrari

Ruba gli zaini da auto e pulmino dei turisti davanti al Mef, arrestato

Un 24enne già noto per numerosi precedenti è stato bloccato dalla Volante grazie alla segnalazione di un cittadino attento. Aveva preso di mira i mezzi dei visitatori del Museo in via Ferrari

Un intervento quantomai provvidenziale da parte della Polizia ha evitato che alcuni turisti associassero la visita a Modena e al Museo Casa Natale Enzo Ferrari ad un pessimo ricordo. Forse non sarà una memoria felicissima, visti i danni subiti, ma quantomeno gli averi dei visitatori sono stati recuperati e restituiti. I fatti si riferiscono a quanto accaduto ieri mattina in via Paolo Ferrari, dove un giovane ladro ha messo nel mirino proprio i mezzi dei visitatori del Mef.

Fortunatamente le mosse del criminale non sono sfuggite ad un cittadino molto attento che si trovava a passare in zona e che ha visto il giovane aggirarsi con fare sospetto intorno ad un pulmino posteggiato nei pressi dell'ingresso del museo. Il cittadino ha segnalato il fatto alla centrale operativa della Polizia, riferendo anche la targa dell'auto con il quale il ragazzo era arrivato sul posto, una Fiat Punto che è poi risultata rubata.

Quanto accaduto dopo è stato riferito sempre telefonicamente e poi appurato dagli agenti della Volante che si sono portati il più rapidamente possibile in via Paolo Ferrari. Il malvivente ha raggiunto un'auto alle spalle del minivan e ha infranto il vetro, impossessandosi di uno zaino, poi si è dedicato a forzare la portiera del pulmino e un istante dopo ne è uscito con un'altro borsone in spalla.

La pattuglia della Polizia lo ha intercettato prima che potesse allontanarsi e lo ha bloccato, riuscendo a recuperare la refurtiva. Le due borse sono così state restituite alla coppia di cittadini francesi proprietari dell'auto e ad un componente di una comitiva di turisti fiorentini arrivati sul minivan.

Il criminale è stato accompagnato in Questura ed identificato in un 24enne italiano di origine nomade, con alle spalle una lunga lista di precedenti. Al collo aveva una collanina con quello che all'apparenza poteva sembrare un pendente comune, ma che in realtà era un cuneo utilizzato per crepare i cristalli dei veicoli. Il ragazzo è stato arrestato per furto aggravato e continuato, nonchè denunciato per la ricettazione dell'auto e sanzionato perchè alla guida senza mai aver conseguito la patente. Dopo una notte in cella, questa mattina si è tenuto il processo con rito direttissimo, a seguito del quale il giovane è stato trasferito al Sant'Anna per la custodia cautelare in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba gli zaini da auto e pulmino dei turisti davanti al Mef, arrestato

ModenaToday è in caricamento