Furto da Zara, 18enne inseguito e bloccato dalla Polizia Locale

Una pattuglia della Polizia locale in servizio in corso Canalgrande e la vigilanza privata hanno fermato un 18enne che ha anche violato le normative sugli stranieri

È durata pochi metri la fuga di un 18enne accusato di aver rubato un capo di abbigliamento dallo store Zara di via Emilia centro: subito fermato dalla Polizia locale di Modena, impegnata nei regolari pattugliamenti del centro storico, e dalla vigilanza privata del negozio, è stato denunciato per il furto, oltre che per aver violato le normative sull’immigrazione.

L’episodio, avvenuto nei giorni scorsi, ha visto il 18enne, nato in Marocco e residente a Sassuolo, impossessarsi di una giacca del valore di 69 euro dopo averla prelevata dagli espositori. Per sottrarla il giovane ha strappato il cartellino del prezzo; quindi ha indossato il giubbotto, tentando di nasconderlo sotto i suoi indumenti, e si è allontanato. All’uscita dall’attività commerciale l’allarme delle barriere antitaccheggio ha tuttavia iniziato a suonare, segnalando l’anomalia, e il giovane si è dato alla fuga a piedi, scappando lungo corso Canalgrande. Il vigilante si è messo così sulle sue tracce, mentre un equipaggio della Polizia locale in servizio in centro storico, di passaggio proprio in corso Canalgrande, è intervenuto raggiungendo entrambi in pochi secondi.

Il presunto ladro è stato fermato dagli operatori, nel frattempo affiancati da una seconda pattuglia del centro storico, dedicata in particolare al contrasto dei fenomeni di degrado, e dalle verifiche è stato effettivamente confermato il furto della giacca, dalla quale intanto era stato rimosso anche il dispositivo antitaccheggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A seguire il 18enne, che non aveva con sé documenti di identità ma solo un permesso di soggiorno in scadenza in ottobre, è stato accompagnato al Comando di via Galilei per l’identificazione e per la notifica delle accuse. Dagli accertamenti sulle banche dati ministeriali era emerso che alle spalle ha diversi precedenti specifici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion e autocisterna si scontrano e prendono fuoco, una vittima in Autosole

  • Accademia Militare, per la prima volta una donna è la più meritevole fra gli Allievi

  • Covid, 49 positivi a Modena. Deceduto un 66enne di Vignola

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Nominati gli ambasciatori 2020 della Confraternita del Gnocco d'Oro

  • Scuole, il contagio si allarga: oggi coinvolti 12 istituti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento