rotate-mobile
Cronaca Mirandola

Spiegare il terremoto e superare le paure: i geologi incontrano gli studenti

Una giornata organizzato dai Geologi per spiegare agli studenti il fenomeno sismico e stigmatizzare le paure. Il prossimo 27 maggio ci saranno anche i sopravvissuti del terremoto dell'Aquila

“I ragazzi sono ancora molto scossi da quanto è successo ormai un anno fa, forse perché fino ad oggi nessuno aveva loro spiegato in termini scientifici cosa stava succedendo alla loro terra e le loro informazioni arrivavano solamente dalla televisione e dalla rete. Oggi la  difficoltà che i ragazzi stanno attraversando è quella della distruzione dei loro punti di incontro tra i quali, in primis, la scuola.  Abbiamo ribattezzato il concetto come il fare scuola senza scuola”, questa la dichiarazione di Elena Balestrazzi, professoressa dell’Istituto Galilei di Mirandola. La docente ha preso a cuore la gestione di questo trauma per i suoi alunni e ha partecipato alla costruzione di un incontro, che nelle settimane scorse ha visto confrontarsi i ragazzi e i geologi dell’Emilia-Romagna.

Un'occasione per un approccio guidato da professionisti, per parlare di geologia, di terremoti, e soprattutto di previsione e prevenzione. “E’ incredibile come i ragazzi fossero interessati a questi argomenti - hanno affermato i geologi Raffaele Brunaldi e Francesca Rispoli  - e si fossero documentati. Ci siamo resi conto del bisogno che ha la cittadinanza di capire di più questi fenomeni, anche adesso, nel post emergenza, mancano occasioni di conoscenza ed approfondimento”. 

 “E’ per questo- ha  dichiarato il Presidente dell'Ordine dei Geologi dell’Emilia-Romagna, Gabriele Cesari – che il 27 maggio (alle ore 11 , presso il Complesso Universitario in via Belmeloro a Bologna ndr), abbiamo organizzato un incontro con la cittadinanza e gli studenti, nel quale si confronteranno esperienze dei terremoti più significativi degli ultimi 10 anni, al quale parteciperanno anche i ragazzi del Galilei. Sono attesi i vertici del Consiglio Nazionale dei Geologi che presenteranno un premio di laurea che, insieme all’associazione AVUS, Vittime universitarie del sisma del 6 aprile 2009, hanno voluto indire per tesi sulla prevenzione del rischio sismico. 

Ci sarà, tra gli altri, Pia, sopravvissuta al terremoto di San Giuliano di Puglia , sotto alle macerie della scuola dove persero la vita 27 bambini . Pia era con loro  quel giorno: oggi ha 20 anni ed ha deciso di diventare un geologo. Ci sarà Giorgia testimone di quanto accadde il 29 Maggio 2012 a Mirandola e ci sarà Sergio Bianchi papà di Nicola scomparso a l’Aquila il 6 Aprile del 2009. La “giornata della memoria” si svolgerà in due parti. La mattina l’incontro con la stampa, con i ragazzi , con le persone colpite anche negli affetti. Nel pomeriggio , ore 15 e 30, workshop presso la Regione Emilia-Romagna con una importante sessione di approfondimento sul rischio sismico in Italia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiegare il terremoto e superare le paure: i geologi incontrano gli studenti

ModenaToday è in caricamento