Cronaca

Luca e Angelo i due fratelli fotografi di Modena&Dintorni

"Fratelli in obiettivo", così li potremmo definire i due Nastri Nacchio, Luca e Angelo, che sono divenuti famosi nella comunità modenese dopo aver aperto la pagina facebook Modena&Dintorni

da sx: Angelo e Luca

"Fratelli in obiettivo", così li potremmo definire i due Nastri Nacchio, Luca e Angelo, che sono divenuti famosi nella comunità modenese dopo aver aperto la pagina facebook Modena&Dintorni. Una pagina che racconta Modena e la sua provincia grazie alle foto dei fratelli Luca e Angelo, ma anche di tanti altri appassionati della fotografia, con attualmente oltre 4.700 seguaci. Ecco la nostra intervista ai due fotografi emergenti: 

Due fratelli entrambi amanti della fotografia. Chi dei due ha portato l'altro in questo mondo?

Luca: La mia primissima foto lo scattata nel "lontano" 2007 a Firenze con una piccola macchina Olympus con rullino, da li in poi la passione per la fotografia non mi ha più lasciato. 

Angelo: Mi sono appassionato di fotografia circa 7 anni fa, quando ho scattato la mia prima foto (con il mio primo cellulare Samsung) ad un tramonto dal terrazzo di casa.

Angelo e Luca: Abbiamo capito che la nostra passione poteva essere qualcosa di più, quando pochi giorni prima di Natale 2014, abbiamo ricevuto da un'amica di famiglia una piccola compatta Canon, macchina che condividiamo gelosamente. Da allora abbiamo sviluppato questo hobby integrando l'amore per il territorio alla passione per la fotografia.

Avete creato Modena&Dintorni con oltre 4.600 like. Come vi è venuta questa idea?

Angelo e Luca: La cosa più preziosa che abbiamo?… il nostro territorio! È questo quello che abbiamo pensato quando in una piovosa giornata novembrina del 2014 abbiamo dato vita alla pagina Facebook di Modena&Dintorni. Nei primi momenti non sapevamo neanche da dove partire e come iniziare una pagina dedicata al territorio modenese… poi l’idea! Perché non creare una pagina che racconti il territorio modenese tramite le foto?… detto, fatto! O meglio, abbiamo cercato (e cerchiamo) di proporre i luoghi ed i paesaggi più o meno famosi della provincia, con foto realizzate da chi il territorio lo vive. La creazione del sito è venuta qualche giorno dopo per dare ancora più visibilità alle foto dei paesaggi che ogni giorno ci arrivano sui vari social, tra cui l'ultimo arrivato, Twitter. E siamo anche su Instagram!

Progetti per il futuro?

Angelo e LucaSi, ne abbiamo alcuni, tra cui quello di collaborare sempre più sinergicamente con le istituzioni locali, regionali e le imprese locali d'eccellenza, magari con semplicità e bellezza, e sempre attraverso le foto e con un progetto più approfondito sul mobile photograpy, facendo così conoscere la Provincia di Modena e non solo il capoluogo, in tutta Italia. E perché no, in tutto il mondo!        

Oggi un fotografo per distinguersi nella sua professionalità cosa deve fare?

Angelo: Secondo me un bravo fotografo per distinguersi non deve essere MAI banale, deve cercare sempre di essere originale quando scatta le foto. In più quando i soggetti della foto sono persone bisogna essere più partecipe e coinvolegente con il soggetto!

Luca: Origianlità, passione, voglia di mettersi in gioco e un buon utilizzo degli strumenti. La chiave di tutto sta in queste poche parole secondo me, sia per quanto riguarda la professionalità, che la voglia di dare la propria impronta artistica ad ogni singolo scatto.   

Quando scattate le vostre foto preferite cogliere l'attimo oppure attendete molto? 

Angelo: Assolutamente cogliere l'attimo, poi capita che devi aspettare alcuni minuti per scattare una foto... ma non attendo quasi mai. Secondo me il bello della fotografia è proprio questo, sapere e riuscire a cogliere l'attimo.

Luca: Dipende da cosa si sta per fotografare. Se devo fotografare un tramonto, aspetto che la luce sia migliore, se poi da fotografare ci sono persone, allora cerco di fotografare il più possibile la spontaneità e la "sincerità" del soggetto/i. 

Qual è la foto più strana che avete mai fatto?

Angelo: La più strana di sicuro quella delle Nubi Lenticolari. La più imbarazzante, l'ho scattata a Modena, praticamente ero in strada, volevo riprendere la Ghirlandina dentro al vetro, quando sento che una macchina si ferma dietro di me... erano i Carabinieri.

Luca:La foto più strana che ho fatto è stata alla mia gatta, mentre dormiva con il muso rivolto all'ingiù su due sedie.  Invece la situazione diciamo strana, l'ho vissuta a Modena al MEF. Dovevo fotografare una bella Ferrari arrivata da poco al Museo, e per fotografarla mi sono seduto per terra, con la gente che mi fissava. 

Che consigli dareste ad un giovane fotografo che come voi vuole diventare un professionista?

Angelo: L'umiltà è la base di tutto, poi naturalmente la professionalità la naturalezza ed essere sempre se stessi.

Luca: Chi al giorno d'oggi non sa fare una foto? Anche grazie alle tante applicazioni installate sugli smartphone? La vera differenza sta, per chi secondo me vuole diventare professionista, nel dare una propria impronta alle foto, un proprio stile, e soprattutto avere tanta passione, la stessa che cerco di trasmettere io nelle foto. 

Volete fare i fotografi da grandi?

Angelo: Sarebbe il massimo girare il mondo facendo foto ed essere pagati... non lo chiamerei nemmeno lavoro. Certo che mi piacerebbe fare il fotografo da grande, visitare il mondo, scoprire cose nuove, esiste qualcosa di meglio? Per me no.

Luca: Idem... no, scherzo. È ovvio che mi piacerebbe anche a me girare i migliori paesaggi del mondo, ma il mio obiettivo è migliorarmi sempre, se poi questo diventerà un lavoro lo lascio decidere al tempo, io intanto ci metto la mia passione.     

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luca e Angelo i due fratelli fotografi di Modena&Dintorni

ModenaToday è in caricamento