rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Cronaca Area di servizio Secchia Ovest

Arresto in Autosole, nascondeva 160 chili di hashish nel furgone

Un sequestro di enormi proporzioni ha visti impegnati gli agenti della Polizia Stradale nell'area di servizio Sechia Ovest. Un cittadino marocchino incensurato trasportava panetti di droga su un furgone preso a nolo a Torino

Erano circa le ore 12.20 di questa mattina quando una pattuglia della Polizia Stradale, sottosezione Modena Nord, ha fermato un veicolo per un controllo ordinario presso l'area di servizio Secchia Ovest, lungo l'Autosole. Si trattava di un furgone Citroen, noleggiato presso la compagnia Maggiore a Torino e guidato da un cittadino straniero, il marocchino R.M, classe 61.

Il magrebino, incensurato e in regola con tutti i documenti, ha spiegato agli agenti di essere partito appunto dal capoluogo piemontese e di essere diretto a Roma, ma il suo immotivato nervosismo ha insospettito gli uomini della PolStrada, che hanno deciso di perquisire il mezzo.

Nel vano del furgone erano ammassati diversi oggetti, soprattutto giocattoli, che nascondevano però un carico decisamente più stupefacente. Sparsi tra le masserizie gli agenti hanno infatti rinvenuto tre borsoni che contenevano numerosi panetti di dorga, incellophanati singolarmente. Un esame più attento ha permesso di appurare che si trattava di hashish, per la strabiliante quantità di 159,8 chilogrammi, che al dettaglio possono superare i due milioni di euro di valore.

Alla luce di questa scoperta la Polizia Stradale ha sequestrato il carico e il mezzo e ovviamente ha tratto in arresto il 53enne nordafricano. Dopo le formalità di rito la Procura di Modena ha disposto la custodia cautelare presso il carcere di Sant'Anna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresto in Autosole, nascondeva 160 chili di hashish nel furgone

ModenaToday è in caricamento