rotate-mobile
Cronaca

Dorsale Castelnuovo - San Donino. Al via i lavori di Hera per il completamento

Dal 7 Marzo si da il via ad un mese di lavori e 100.000 euro di investimento per concludere il raddoppio della dorsale che collega Castelnuovo Rangone a San Donnino

Viene dato il via ad un mese di lavori e 100.000 euro di investimento per concludere il raddoppio della dorsale che collega Castelnuovo Rangone a San Donnino. L’intervento Hera garantirà un servizio migliore per gli utenti e una rete idrica sempre più efficiente e, grazie alla perforazione teleguidata, non comporterà disagi alla circolazione. La data di inizio è il 7 marzo, che vedrà impegnati i tecnici di Hera per la realizzazione del quarto ed ultimo stralcio della dorsale idrica Modena – Castelnuovo.

L'INVESTIMENTO. Contestualmente verranno potenziati i collegamenti tra le condotte che alimentano le aree rurali di Castelnuovo Rangone garantendo agli utenti una maggiore stabilità nella pressione dell’acqua. L’investimento a carico di Hera, per questo quarto e ultimo stralcio, ammonta a circa 100.000 euro, mentre per l’intera realizzazione del raddoppio della dorsale sono stati stanziati complessivamente 450.000 euro.

350 METRI DI NUOVE TUBATURE. L’intervento complessivo, cominciato nel 2012, fa parte di un vasto progetto finalizzato a migliorare la qualità del servizio di approvvigionamento idrico, assicurando la sua continuità anche a fronte di possibili guasti o di operazioni di manutenzione sulle dorsali del territorio. Nello specifico, i lavori porteranno a conclusione il raddoppio della dorsale che collega gli impianti di San Donnino di Modena a quelli di Castelnuovo Rangone. Attraverso la posa di 350 metri di nuove tubature di grande diametro verrà così garantita una maggiore continuità di servizio a fronte di guasti o interventi di manutenzione.

IL PROGETTO. I lavori avranno la durata di circa un mese, ed interesseranno il tracciato della ciclabile Modena-Vignola. Non sono previsti disagi al traffico veicolare, dato che l’attraversamento di via Cavidole verrà realizzato tramite perforazione teleguidata. Questa tecnologia innovativa che permette la posa di tubazioni senza eseguire scavi a cielo aperto verrà utilizzata anche nell’attraversamento del Rio Gamberi e Torrente Nizzola.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dorsale Castelnuovo - San Donino. Al via i lavori di Hera per il completamento

ModenaToday è in caricamento