rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Rifiuti abbandonati, Hera fa pagare i costi di risanamento

Anche in Comune ci si lamenta del fenomeno in forte crescita, che oltre a causare danni all'ambiente al decoro, aggrava le tasche dei cittadini, dato che il gestore Hera prevede costi aggiuntivi per sanare l'abbandono indiscriminato

C'è anche l'abbandono dei rifiuti ad ostacolare la strada a Modena verso una tariffa puntuale dei rifiuti. "Da giugno ad oggi al servizio Ambiente sono arrivate decine di segnalazioni, il fenomeno è sempre più diffuso in città: fa male all'ambiente e fa male all'economia, perchè poi il gestore il servizio di risanamento lo fa pagare", lancia l'allarme l'assessore Giulio Guerzoni. L'occasione è la presentazione oggi del piano "Ambiente Modena 2019", centrato su una differenziata più spinta e sul maggio contenimento possibile degli aumenti Tari in attesa di poter tornare alla tariffa. Su quest'ultimo aspetto, pesa la 'garanzia' del rischio imprenditoriale del gestore a carico dei Comuni: a Modena, per il 2014, è stato stanziato ad hoc un fondo di 1,7 milioni di euro.

Per tornare alla tariffa e quindi risparmiare, però, il Comune chiede la collaborazione dei cittadini. Guerzoni ricorda che "le multe e le sanzioni per il conferimento non corretto esistono già", ma questo, evidentemente, non vieta a qualcuno di continuare a sbarazzarsi della spazzatura ingombrante in maniera disinvolta.

Intanto, come spiegano Guerzoni e il dirigente Marcello Stancari, se la differenziata cresce (dovrà farlo di più secondo i programmi di mandato di Comune e Regione) cresce anche la produzione di rifiuti. Nel territorio comunale di Modena nel 2013 sono state raccolte 124.000 tonnellate di spazzatura tra utenze domestiche (84.857 in tutto) e non domestiche (12.588).

A Modena la differenziata è cresciuta nell'ultimo decennio dal 29,4% (2004) al 58,3% (2013), il secondo risultato a livello nazionale tra le città con più di 150.000 abitanti. Nello stesso periodo la quantità di rifiuti differenziata prodotta pro capite è passata dai 107 chilogrammi del 2004 ai 388 del 2013.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti abbandonati, Hera fa pagare i costi di risanamento

ModenaToday è in caricamento