rotate-mobile
Cronaca

Immigrazione, in crescita gli stranieri residenti in città

Pubblicato il Rapporto Caritas sulla presenza di residenti stranieri in Emilia: in regione si tratta del 12,4% della popolazione, un dato in aumento rispetto al 2011. A Modena gli immigrati sono complessivamente 28mila

Modena e la sua provincia stanno diventando sempre più multietniche: col passare degli anni infatti la presenza di immigrati stranieri in città e in regione sta progressivamente aumentando, e, nello stesso tempo, è una presenza che si sta progressivamente stabilizzando. Insomma, dal recente rapporto Caritas che fotografa la situazione degli stranieri residenti nel corso di questo 2012, emerge che le nostre città sono cosmopolite e che questo dato rappresenta una sicura risorsa, in termini di capitale umano, sociale e culturale.

Ma veniamo ai numeri che riguardano la città e la provincia: a Modena città gli stranieri residenti sono 28.719, la presenza più alta in Emilia dopo Bologna e Reggio Emilia, con una percentuale che si assesta al 15,5% della popolazione, mentre il primo Comune della provincia per numero di immigrati è Carpi, con 9996 residenti. Riguardo invece al rapporto percentuale tra stranieri e italiani, troviamo il valore più alto a Novi di Modena, dove gli stranieri rappresentano più del 18% della popolazione locale, un dato alto ma ben al di sotto del record assoluto di Galeata (Fc), dove il rapporto si assesta al 22,5%.

Nel complesso tra città e provincia si evidenzia una leggera preminenza delle donne, che sono il 50,4% del totale degli stranieri. Per quanto riguarda invece i minori e l’istruzione, vediamo che complessivamente bambini e ragazzini sono il 19,6% del totale degli stranieri, in tutto 23.336. Di questi, 16.166 sono iscritti alle scuole di ogni ordine e grado: in percentuale, il 16% dei minori residenti tra Modena e la sua provincia occupa un banco tra asili, elementari, medie e superiori.

Per quanto riguarda gli adulti e il lavoro invece dal rapporto Caritas emerge che il totale degli stranieri che hanno svolto lavori dipendenti nel nostro territorio è pari a 60.966, in percentuale il 17,1% dei lavoratori totali. Sono soprattutto gli uomini ad essere impiegati, e a livello di attività la maggior parte ha trovato un’occupazione nel settore dell’industria, 25.946 persone, o dei servizi, 29.146 persone; tra Modena e provincia soltanto poco più di 4mila stranieri svolgono un’attività autonoma. Complessivamente il paese da cui provengono la maggior parte dei lavoratori stranieri in Emilia Romagna è la Romania, seguita da Marocco, Albania e Cina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immigrazione, in crescita gli stranieri residenti in città

ModenaToday è in caricamento