Azienda USL di Modena. Inaugurato l'elisoccorso notturno anche a Montese

Si tratta di un potenziamento della rete dell’Emergenza Urgenza che l’amministrazione regionale e comunale hanno fortemente voluto e che è inserito nel piano della Regione Emilia-Romagna e dell’Azienda USL di Modena per l’aumento delle postazioni di elisoccorso

Inaugurata ieri sera a Montese, in viale Dello Sport, la piazzola di emergenza sanitaria abilitata al volo notturno. Una serata importante, che ha visto la partecipazione del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini accanto al sindaco di Montese Luciano Mazza e al direttore generale dell’Azienda USL di Modena, Massimo Annicchiarico, e la presenza delle Forze dell’Ordine e delle autorità religiose.

Si tratta di un potenziamento della rete dell’Emergenza Urgenza che l’amministrazione regionale e comunale hanno fortemente voluto e che è inserito nel piano della Regione Emilia-Romagna e dell’Azienda USL di Modena per l’aumento delle postazioni di elisoccorso. I lavori di adeguamento hanno comportato un investimento complessivo, da parte dell’Azienda USL, di circa 200mila euro. Così, alle elisuperfici di Palagano e Pavullo (e ai due ospedali modenesi), si aggiunge ora quella di Montese, con l’obiettivo di assicurare una copertura capillare del territorio, garantendo l'accesso più rapido possibile a ospedali e Centri specializzati.

Il paese di Montese è orgoglioso di questa giornata e di questa opera ed esprime il proprio grazie a tutti - ha dichiarato il Sindaco di Montese Luciano Mazza rivolgendosi a quanti hanno collaborato al progetto - un percorso sperimentale di cui il Comune ha voluto far parte per potenziare il collegamento con i presidi sanitari, a favore di una migliore assistenza sanitaria per i suoi cittadini. Da anni è stato profuso impegno e passione lavorando per la Continuità Assistenziale e per la presenza del personale Infermieristico del 118 h24 sul territorio, con l’apporto fondamentale dell’AVAP locale. Montese – ha concluso – ringrazia tutti coloro che quotidianamente operano per fornire sicurezza e certezza al sistema di emergenza e tutti gli operatori sanitari e volontari, la Regione Emilia-Romagna e l’Azienda Sanitaria di Modena per aver realizzato quanto insieme si era concordato e condiviso”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo gli interventi delle autorità e il taglio del nastro, la partenza dell’elicottero che si è alzato in volo da Bologna con l’équipe completa. Ad attenderlo nella piazzola di Montese, già operativa da alcuni giorni, gli operatori del 118 dell’Ausl di Modena e i volontari di AVAP, che hanno proposto una simulazione dell’intervento di elisoccorso. Da ottobre 2017, quando è stata abilitata l’elisuperficie di Pavullo, a gennaio 2018 (ultimo dato disponibile) sono stati in tutto 10 gli interventi notturni sul territorio modenese, di cui la metà nel mese di gennaio 2018.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Contagio. In provincia 11 casi, di cui 6 asintomatici del focolaio di Carpi

  • Perde il controllo della moto, 21enne muore sulla Nuova Estense

  • Coronavirus, un giorno da ricordare. Nessun nuovo caso e nessun decesso a Modena

  • Contagio, un nuovo caso a Modena. Deceduta una donna di Pavullo

  • Detenzione irregolare di armi, denunciati 17 modenesi durante le verifiche della Polizia

Torna su
ModenaToday è in caricamento