rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca

Istituto Guarini, un'aula per ricordare l'imprenditore Beppe Neri

L’Aula Progettazione del Guarini, completamente ristrutturata, sarà dedicata all’imprenditore modenese Beppe Neri, a un anno dalla scomparsa. Cerimonia sabato 5 marzo alle ore 11.30

Sabato 5 marzo, alle 11.30, si terrà l’inaugurazione dell’Aula progettazione dell’Istituto tecnico per geometri Guarini di Modena. L’aula è stata completamente ristrutturata dalla famiglia Neri e sarà dedicata all’imprenditore modenese Beppe Neri, a un anno dalla scomparsa. Alla cerimonia parteciperanno i docenti e gli studenti dell’istituto insieme alle autorità e alle istituzioni cittadine, a cominciare dal sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli. A ricordare la figura di Beppe Neri, oltre alle figlie Clementina, Chiara e Cristiana, saranno Piero Ferrari, vicepresidente della Ferrari, e Valter Caiumi, presidente di Confindustria Modena.
 
Un imprenditore a tutto tondo, con una grande passione: il lavoro, inteso come sfida quotidiana a dare il massimo, sempre. E un uomo che ha sempre messo la famiglia al centro, credendo fermamente nella forza che deriva dallo stare insieme. Giuseppe Neri era tutto questo. Dalla sua scomparsa, a occuparsi dell’azienda, la Mario Neri con oltre 250 dipendenti, sono le tre figlie Clementina, Chiara e Cristiana, insieme ai mariti Andrea, Salvo e Fabio.

La famiglia ha scelto di ricordarlo investendo sulla formazione dei giovani. Ha ristrutturato l'Aula Progetti del Guarini di Modena. «La scelta è caduta su questa scuola perché forma i futuri geometri, figure importanti per l'attività edile, e anche perché è l’istituto frequentato dal nipote Marcello, al quale spetterà il taglio del nastro dell'aula», spiegano le figlie. L’aula è stata dotata di tutti gli strumenti più moderni per la realizzazione dei modelli plastici degli edifici, compresa una stampante 3D di nuova generazione. «Nostro padre amava costruire i plastici ed era un fautore delle nuove tecnologie», concludono Clementina, Chiara e Cristiana. «Avrebbe senza dubbio apprezzato questo intervento dedicato agli studenti».

Beppe Neri è stato il “capitano” dell’azienda di famiglia, la Mario Neri, per moltissimi anni. Un’azienda che ha avuto la capacità di diversificare, senza perdere di vista il cuore dell’attività, il legame con la propria storia. La Mario Neri nasce negli anni Venti come impresa edile, e l’edilizia è sempre stato il pallino di Giuseppe, da tutti conosciuto come “Beppe” Neri. Edilizia a servizio dell’industria. Il mondo imprenditoriale modenese si accorge di avere «in casa» un partner ideale sul fronte dell’edilizia industriale e della manutenzione impianti: sono molte le aziende che si sono affidate alla Mario Neri per la realizzazione di ampliamenti o nuovi stabilimenti, da Floor Gres a Lombardini, Kerakoll, Tetra Pak, Caprari, Lamborghini, Ducati.
Ma Beppe Neri è soprattutto il referente della Fiat e della Ferrari ed ha seguito per loro tutti i progetti più importanti. Tra le opere, la torre del Tridente del Centro direzionale Maserati, la Galleria del vento a Fiorano e la grande pista di oltre cinque chilometri dell’autodromo del Mugello. E, su tutte, la realizzazione della Meccanica Ferrari, una struttura all’avanguardia sia sul piano architettonico sia su quello tecnologico, che è stata pluripremiata come uno dei più moderni stabilimenti al mondo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istituto Guarini, un'aula per ricordare l'imprenditore Beppe Neri

ModenaToday è in caricamento