rotate-mobile
Cronaca Via San Paolo

Riapre la Biblioteca Giuridica nella nuova sede del San Paolo

Duecentomila volumi, tra libri e annate di periodici, che trovano collocazione lungo oltre 7000 metri lineari di scaffalature. I numeri della nuova e prestigiosa sede della Biblioteca Universitaria Giuridica Unimore, traslocata in moaniera definitiva presso il Complesso San Paolo

E’ con la cerimonia del taglio del nastro che venerdì 25 settembre si è sancito  il nuovo corso della Biblioteca Universitaria Giuridica dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia che ha ricevuto una rinnovata e prestigiosa sede presso gli spazi del Complesso San Paolo, antica struttura conventuale di proprietà del Comune di Modena, recentemente restituita alla città dopo una importante ed onerosa ristrutturazione, completamente finanziata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena. 

La Biblioteca che ha in dotazione il patrimonio librario più antico dell’Ateneo, si compone di circa 200.000 fra volumi di libri (databili a partire dal XVI secolo) e annate di periodici che trovano collazione lungo oltre 7 kilometri di scaffalature. 

Dopo i mesi necessari per il complesso trasloco, l’inaugurazione della Biblioteca Giuridica è giunta  a completare un percorso intrapreso all’inizio degli anni 2000 che ha visto in primis il completamento del Complesso San Geminiano, attuale sede del Dipartimento di Scienze Giuridiche. La nuova collocazione della Biblioteca, fino a pochi mesi fa ospitata presso il Palazzo del Rettorato di via Università,  è andata quindi a chiudere un progetto inteso a destinare agli studi giuridici alcuni degli spazi più antichi del centro di Modena, risalenti al XII secolo.

La nuova Biblioteca universitaria modenese, che risponde alle esigenze di un numero di utenti locali di circa 2000 persone (oltre ad effettuare numerosi prestiti interbibliotecari annuali)  è andata  ad insediarsi in una ampia parte del Complesso intorno al grande cortile dove ha dimora l’antico Leccio che dà il nome alla medesima area. Collocata su due piani (piano terra e primo piano) ha il suo ingresso in via Camatta 16, in posizione strategica per l’utilizzo quotidiano degli studenti che frequentano il vicino Dipartimento di Scienze Giuridiche. 

Ammonta a poco più di 700mila euro il costo complessivo del trasloco e del nuovo allestimento presso il San Paolo, comprensivo di arredi, segnaletica, strumentazioni informatiche, fornitura sistema di classificazione Rfid, completamente finanziati dall’Ateneo e dallo SBA- Sistema Bibliotecario d’Ateneo. Il progetto è stato della Direzione Tecnica di Unimore.

L’inaugurazione della struttura si è inserita nelle numerose attività promosse dall’Ateneo per la Notte Europea dei Ricercatori il cui programma, dedicato all’incontro fra il mondo dell’Università e della ricerca e i cittadini, si è sviluppato durante l’evento programmato durante venerdì 25 settembre. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapre la Biblioteca Giuridica nella nuova sede del San Paolo

ModenaToday è in caricamento