rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Samanta Migliore, attesa per l'esito dell'autopsia. Sopralluoghi nella stanza sigillata

La Procura ha disposto accertamenti: un primo risultato dovrebbe arrivare giovedì dopo l'esame del medico legale. Il marito chiede giustizia

Giovedì 28 aprile dovrebbero arrivare i primi esiti dell'autopsia sul corpo di Samanta Migliore, la 35enne deceduta a Maranello dopo un'iniezione per un ritocco al seno. Gli inquirenti stanno lavorando per ricostruire ogni particolare dell'accaduto, per il quale ricordiamo che è indagata Pamela Andress, la transessuale che ha eseguito le iniezioni nell'appartamento della donna: dovrà al momento rispondere di morte come conseguenza di altro reato, oltre che di omissione di soccorso e di esercizio abusivo della professione.

L'esito dell'esame autoptico sarà fondamentale per rispondere ad una domanda cruciale: ovvero la causa del decesso. Non è al momento dato sapere, infatti, quale sia stata la reazione dell'organismo di Samanta e in che modo possa essere correlata con la sostanza iniettata, che è per altro stata sequestrata dai Carabinieri già il giorno stesso, in quanto una siringa era stata lasciata dalla Andress prima di allontanarsi precipitosamente.

Insieme ai professionisti incaricati dalla Procura lavoreranno anche i periti di parte, tra cui quelli indicati dai legali di Antonio Bevilacqua, marito di Samanta. L'avvocato Daniele Pizzi ha infatti confermato: "Faremo un sopraluogo per vertificare la prensenza di telecamee che possano ricostruire quelle fasi in maniera tale da capire come e quando le persone sono arrivate e si sono allontante dai luoghi". Per questo è al lavoro un medico e un pool di specialisti: "Ci preme accertare se c'è un nesso di causa tra l'inizezione di silicone e il malore e conseguente decesso - spiega Pizzi- Inoltre interverremo con un pool di consulenti tecnici di natura criminalistica e investigativa per capire se ci sono altre tracce da raccogliere per fornire una documentazione dei luoghi", con riferimento alla stanza dove è avvenuto il trattamento, che resta sigillata e a disposizione degli inquirenti.

Mentre la famiglia si stringe nel dolore, ai legali il compito di ottenere chiarezza: "Il marito di Samanta chiede giustizia e verità - ha spegato l'avvocato - Lui sa cosa è successo a Samanta e vuole che questo venga sancito a livello giudiziario e procedurale. Vuole che ci sia un provvedimento che accerti la responsabilità di colui che ritiene responsabile della morte della moglie".

 

Il colpo di pistola, un nuovo matrimonio e l'iniezione fatale: il dramma di Samanta

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Samanta Migliore, attesa per l'esito dell'autopsia. Sopralluoghi nella stanza sigillata

ModenaToday è in caricamento