Dà fuoco all'auto della vicina per "liberare" il cortile, arrestato

Dopo alcuni mesi di indagini è stato individuato l'autore dell'incendio doloso che ha distrutto tre mezzi accanto ad una palazzina di strada Stradella

Nella giornata di ieri, dopo alcuni mesi di indagini serrate per ricostruire l'accaduto, la Polizia di Stato di Modena ha dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un cittadino albanese di 38 anni, ritenuto responsabile del reato di incendio doloso.

La notte tra il 19 e 20 luglio scorso, l’uomo avrebbe infatti appiccato un incendio di vaste proporzioni - che non ha fatto danni al condominio soltanto grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco-  nei pressi di un’area cortiliva, con il coinvolgimento delle autovetture di due condomini, che erano stato distrutte, cagionando un danno economico complessivo di circa 17mila euro.

Il motivo di questo gesto è da ricondurre ad un risentimento del 38enne nei confronti della proprietaria di una delle due autovetture incendiate, legato in particolare al fatto che la donna aveva parcheggiato in cortile un'auto ormai in disuso.

L’attività di indagine posta in essere dalla Squadra Mobile, sviluppata anche attraverso l’incrocio di dati tecnici e l’analisi delle immagini della videosorveglianza, che hanno ripreso il passaggio dell’albanese a bordo della propria auto poco prima del divampare delle fiamme, ha permesso di individuare il 38enne quale responsabile dell’incendio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento