rotate-mobile
Cronaca

Casa incendiata a San Cataldo: il figlio della proprietaria tenta il suicidio

Un 46enne imprigionato dalle fiamme si è fatto prendere dal panico e ha provato a togliersi la vita tagliandosi i polsi: l'uomo è stato tratto in salvo da vigili del fuoco e polizia di stato. Il rogo è di natura dolosa: caccia a due sospettati

L'abitazione stava per essere divorata dalle fiamme di un incendio doloso e il figlio della proprietaria, un 46enne con problemi psichici, era fuggito in solaio in preda al panico: per la paura di essere inghiottito dal rogo, l'uomo ha tentato un gesto estremo tagliandosi le vene ai polsi. Questo quanto accaduto nella tarda serata di sabato lungo via San Cataldo a Modena. Fortunatamente, dopo essere stato tratto in salvo, l'uomo è stato portato al sicuro da polizia e pompieri per poi essere condotto in ospedale per accertamenti.

L'allarme è scattato quando un vicino di casa ha riferito di aver visto due persone aggirarsi intorno all'abitazione con fare sospetto, prima di allontanarsi velocemente a piedi. Poco dopo si è scatenato il rogo, che ha danneggiato i due piani dello stabile. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e le Volanti. Una volta che le fiamme erano state domate, la polizia ha controllato l'interno della casa trovando l'inquilino in soffitta. Le indagini ora puntano a identificare chi abbia appiccato il fuoco. Madre e figlio che abitavano nello stabile si trovavano in condizione di disagio e la loro situazione e' nota ai servizi sociali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa incendiata a San Cataldo: il figlio della proprietaria tenta il suicidio

ModenaToday è in caricamento